«House of Gucci», Lady Gaga ricoverata in ospedale per stress

·1 minuto per la lettura

Lady Gaga è finita in ospedale per un forte stress, durante le riprese di «House of Gucci», in Italia.

Nel corso della lunga campagna promozionale del film, la 35enne star ha più volte dichiarato di aver adottato il “method acting” e di essersi praticamente persa nel personaggio di Patrizia Reggiani.

Parlando con l’Hollywood Reporter, l’attrice e cantante ha rivelato che la tecnica adottata le ha provocato ansia e panico, tanto da indurla al vomito.

«Mi fa sentire a disagio parlare di questa cosa. Mi innervosisco quando la gente pensa che stia facendo senzazionalismo su un certo tipo di recitazione», ha dichiarato Gaga.

Per impersonare la Reggiani, la star ha utilizzato delle tecniche di memoria sensoriale per connettere i suoi traumi del passato a quelli della socialite, condannata per aver ingaggiato il sicario che ha ucciso il marito Maurizio Gucci nel 1995. Il metodo è stato deleterio per Gaga e ha fatto preoccupare il regista Ridley Scott.

«C’era una scena in cui scaraventavo una candela accesa per tutta la stanza. Stavo facendo venire un infarto a Salma Hayek», ha rivelato Lady Gaga, ricoverata dopo quell’incidente. «Ridley ha detto: “Non voglio che tu subisca un trauma”», ha ricordato Gaga. «E ho detto, "L'ho già fatto. Ci sono già passata”. E lui: “Va bene, ma ora basta e non fare più così male a te stessa”».

Nonostante gli avvertimenti, la star ha continuato a eseguire il suo metodo. Si svegliava alla 3 del mattino per cominciare a entrare nei panni del complesso personaggio, provocandosi «ansia, fatica, traumi, sfinimento, ma anche impegno e amore».

«Mi alzavo e rimettevo, andavo sul set e rimettevo di nuovo», ha confessato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli