Il bambino dice di odiare la scuola: cosa fare?

·4 minuto per la lettura
il bambino odia la scuola
il bambino odia la scuola

Il bambino odia la scuola e non sapete come comportarvi? In un momento in cui vi sentite vicini e connessi a vostro figlio (magari dopo aver letto una storia insieme, o mentre state giocando tranquillamente), chiedetegli di raccontarvi un po’ cosa c’è che non va a scuola. Potrebbe essere in grado di dirvelo direttamente, o potreste aver bisogno di stabilire prima delle condizioni particolari. Capire se il bambino è felice a scuola è estremamente importante. Sentirsi al sicuro, amati e vicini è ciò che permette a un bambino di parlarvi delle difficoltà che sta avendo.

Potete dargli questo senso di vicinanza sia giocando con lui, vigorosamente e generosamente, sia ascoltandolo attentamente. Per esempio, se fa un enorme capriccio e voi siete in grado di ascoltare fino in fondo il suo crollo emotivo senza discutere o difendervi, dopo potrebbe sentirsi abbastanza vicino a voi per offrirvi informazioni su qualche sfida che sta affrontando. Può anche aprirsi se prima gli fate una domanda positiva. Un giorno, quando state distribuendo il gelato, o siete in salotto a giocare a un gioco da tavolo, chiedetegli: “Se potessi avere chiunque tu conosca come insegnante, chi sceglieresti e perché?” Sentirete parlare delle difficoltà, ma avrete aggirato i sentimenti senza speranza che fanno chiudere un bambino ponendo la domanda in modo positivo.

Perché il bambino odia la scuola?

A volte, gli incidenti che rendono difficile la scuola non accadono a scuola. Un bambino può essere arrabbiato per il fatto di essere lontano da voi, o può aver accumulato paure dalla primissima infanzia che gli fanno desiderare di stare a casa. I bambini possono portare con sé forti sentimenti dalla prima infanzia e la scuola può esacerbare una vecchia sensazione di non essere al sicuro, o non essere i benvenuti. Il vostro bambino potrebbe essere in grado di dirvi alcune di queste cose, oppure potreste non sapere mai esattamente cosa c’è alla radice della sua difficoltà con la scuola.

il bambino odia la scuola rimedi
il bambino odia la scuola rimedi

Cercate di identificare i piccoli fattori scatenanti che provocano i crolli emotivi di vostro figlio. È chiaro che un grande mucchio di sentimenti gli impedisce di godersi la parte principale della sua giornata. I bambini cercheranno spesso di liberarsi dei cattivi sentimenti trovando un piccolo pretesto per crollare. Possono dire: “Non voglio indossare quella maglietta a scuola” o “Hai messo troppo latte nei miei cereali” o “Sono troppo stanco per alzarmi dal letto” – e poi scoppiano in lacrime. Quando vostro figlio sceglie un pretesto per un capriccio o una sessione di pianto, lasciateglielo fare. Non chiedetegli di controllare i suoi sentimenti e di ritrovare la sua compostezza per poter essere grande. Tutti abbiamo bisogno di un buon pianto ogni tanto, e un bambino che odia la scuola ha un sacco di brutti sentimenti dentro di sé che ha bisogno di far uscire.

È come se i cattivi sentimenti non lasciassero spazio a quelli nuovi. Se un bambino può piangere a lungo e forte, o fare enormi capricci mentre voi gli state vicino e lo amate, la frustrazione o il dolore che prova allenteranno la sua presa su di lui.

Come affrontare i crolli del bambino

Finire in un crollo con vostro figlio non significa che vi arrendete. Sta usando la vostra paziente fermezza come qualcosa contro cui colpire per far uscire i suoi sentimenti. Non dategli una seconda porzione di qualsiasi cosa a cui avete già detto di no. Attenetevi a ciò che avete detto sul suo bisogno di lavarsi i denti. Non cedete alla sua richiesta di sedersi accanto a papà quando è il turno di sua sorella. Tuttavia, non imponete subito la vostra volontà; restate con lui mentre esprime ogni sentimento che può mostrarvi.

Tutto ciò potrebbe andare avanti per mezz’ora o più, ma il suo funzionamento migliorerà drammaticamente una volta che avrà avuto la possibilità di mostrare a qualcuno che grande e terribile batuffolo di sentimenti si è portato dietro. Non è facile gestire queste situazioni. Avete avuto una lunga giornata o state cercando di mantenere tutto in programma in modo da poter fare ciò che deve essere fatto. Ma i bambini traggono un enorme beneficio dall’avere qualcuno che si metta in ginocchio e metta un braccio intorno a loro, ascoltandoli per tutto il tempo necessario.

il bambino odia la scuola cause
il bambino odia la scuola cause

Voi avete due compiti. Uno è quello di aiutare il vostro bambino con i suoi sentimenti. Ascoltarlo parlare o piangere gli permetterà di trovare il modo di evitare una brutta situazione o di proteggersi. Non c’è bisogno di risolvere ogni piccola difficoltà in cui si imbatte; lasciatelo riflettere e trovare modi nuovi e interessanti per affrontarla. L’altro vostro compito è quello di aiutare vostro figlio ad affrontare le cose dannose che incontra a scuola, come i compagni di classe che prendono in giro o litigano continuamente, o gli insegnanti che sminuiscono o puniscono i bambini o si comportano in modo irrazionale nei loro confronti. Decidete con vostro figlio come e quanto vuole il vostro aiuto; deve essere un partner alla pari nel decidere il vostro ruolo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli