Il bambino e il pianoforte: cosa sapere

·3 minuto per la lettura
pianoforte
pianoforte

Forse è bastato uno speciale di Charlie Brown – con quel pianoforte jazz di Vince Guaraldi in sottofondo – e vostro figlio non vedeva l’ora di suonare quegli 88 tasti. O forse è il modo in cui la sua maestra preferita suona delle canzoncine divertenti. Non importa chi ha colpito il vostro bambino, il pianoforte potrebbe essere il posto migliore in casa per lui.

Perché il pianoforte è una buona scelta?

Il pianoforte fornisce una gratificazione immediata ed è facile farlo apprezzare dal vostro bambino. Con il primo colpo del suo dito, vostro figlio può creare un suono finemente accordato. Altri strumenti – come gli ottoni, i fiati o gli strumenti a corda – richiedono un’attenta posizione delle dita, il controllo del respiro o i movimenti della bocca, quindi ci vuole più tempo per produrre una nota piacevole.

È un modo eccellente per imparare le basi. La gamma del pianoforte è maggiore di tutti gli altri strumenti dell’orchestra (l’organo ha la gamma più ampia), e i concetti musicali sono più concreti. Per esempio, il riconoscimento dell’altezza, imparare a distinguere le note alte da quelle basse, è più semplice – le note alte sono sul lato destro della tastiera, e quelle basse sono sul lato sinistro.

Qual è lo svantaggio?

I pianoforti sono strumenti grandi. Con dimensioni che vanno da 5′ a 9′ di lunghezza, i pianoforti a coda richiedono molto spazio per suonare. Se lo spazio è limitato, considerate un pianoforte verticale. La maggior parte dei pianoforti verticali richiedono circa 5′ per 2′ di spazio sul pavimento e variano in altezza da 36″ a 51″. Una regola generale: più alto è il pianoforte – più lunghe sono le corde – migliore è il tono (e più alto è il prezzo). Una tastiera digitale (elettronica) è generalmente più piccola e meno costosa di un pianoforte verticale, ma molti insegnanti preferiscono avvicinare i bambini a un pianoforte acustico – a coda o verticale. È una buona idea scoprire cosa permette l’insegnante prima di acquistare o affittare uno strumento.

pianoforte bambino
pianoforte bambino

Qual è una buona età per iniziare?

Molti bambini sono pronti a iniziare le lezioni di piano tradizionali a 6 anni, alcuni a 5. Anche se la coordinazione occhio-mano è importante, è un’abilità che si può imparare. La dimensione fisica non è un problema, come potrebbe essere con altri strumenti. Con una tromba, per esempio, un bambino deve essere abbastanza grande per tenerla in mano e per diteggiare le valvole. Inoltre, a questa età i bambini hanno sviluppato alcune capacità di lettura; molti insegnanti credono che i bambini debbano avere alcune capacità di lettura di base prima di iniziare le lezioni.

E spesso i tempi di attenzione dei bambini sono abbastanza lunghi per concentrarsi in classe e fare pratica per dieci o trenta minuti alla volta.

Quanto costerà?

La gamma di prezzi è ampia come la gamma di note. Un nuovo pianoforte verticale di medie dimensioni può partire dai 2.000 ai 3.000 euro. I pianoforti a coda nuovi possono partire da 7.000 a 10.000 euro. Le tastiere digitali (elettroniche) possono costare meno di 1.000 euro. Potreste anche considerare un pianoforte usato. Tuttavia, prima ancora di iniziare a cercare, parlate con l’insegnante di musica del vostro bambino. Sarà in grado di indirizzarvi verso rivenditori affidabili.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli