Il cappotto di Meghan Markle è eleganza, sobrietà e femminilità in un capo solo

Di Giulia Pacella
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Samir Hussein - Getty Images
Photo credit: Samir Hussein - Getty Images

From ELLE

Quanto conta un cappotto all'interno di un look? Tutto. E lo sa bene Meghan Markle che ha sempre puntato sui capispalla per definire in maniera impeccabile ogni sua mise invernale, facendosi ammirare nel tempo con tantissimi cappotti a vestaglia (una vera e propria signature per lei), camel coat e cappotti doppiopetto. Così faceva a corte in Inghilterra, così continua a fare a Los Angeles, dove non perde le buone regole dell'eleganza e dove - seppur il clima non richieda pesanti cappotti in lana - continua a regalarci numerose ispirazioni, compreso l'ultimo look in cappotto a prova di tendenze moda Autunno 2020: nero, elegantissimo, molto femminile ma anche super rigoroso. Come del resto richiedeva l'occasione, ovvero il Remembrance Day, giorno di commemorazione nei paesi del Commonwealth per ricordare la fine della Prima Guerra Mondiale e i loro caduti. Nessuna cerimonia pubblica per Meghan Markle ed Harry (a cui anzi, gli uffici di Buckingham Palace hanno anche negato la possibilità di inviare una corona di fiori a suo nome al cenotafio di Londra dove si sono svolte le commemorazioni reali britanniche con Queen Elizabeth) ma una visita privata al cimitero nazionale di Los Angeles per rendere omaggio ai soldati caduti in guerra, in cui i due sono apparsi commossi e molto uniti, a dispetto delle voci sulla crisi di coppia.

Per la commemorazione della Remembrance Sunday 2020, Meghan Markle ha indossato un cappotto nero elegantissimo. In duchesse di seta e dalla linea redingote, esprime il massimo della raffinatezza e della sobrietà. Rigorosamente in total black, Meghan ha abbinato il dress coat, stretto in vita da una cintura, a un dolce vita nero e a un paio di pump con cinturino effetto Mary Jane. Unico tocco di colore concesso, il papavero rosso appuntato sul bavero sinistro del cappotto come vuole la tradizione del Giorno dell'Armistizio, che fa di questo fiore il suo simbolo, in seguito alla poesia In Flanders Fields di John McCrae, scritta dal medico militare dell'esercito canadese dopo aver visto le tombe dei caduti nelle Fiandre.