Il cappotto rosso di Charlène di Monaco è il capospalla divino che vogliamo nel nostro guardaroba

Di Redazione Digital
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images

From ELLE

Dopo la notizia shock dell'imminente processo che il Principe Alberto dovrà affrontare per stabilire la paternità di un terzo erede illegittimo, la famiglia reale monegasca è tornata a mostrarsi in pubblico, in occasione delle celebrazioni di San Devoto, patrono di Monaco. Così, l'immagine di Alberto, la Principessa Charlène e i loro figli Jacques e Gabriella ci ha rincuorato un po' e, ancora una volta, Charlène ci ha colpito per la sua irreprensibile eleganza, sfoggiata grazie a un cappotto rosso di lana.

La sera del 26 febbraio si è tenuto il tradizionale falò della barca, che ci ha regalato dolcissimi scatti di famiglia. Se mamma Charlène si è dimostrata come sempre musa ispiratrice di moda, anche la piccola Gabriella non è stata da meno, con un total look Dior che ci ha fatto subito capire il suo futuro da fashionista to be. Tale mamma tale figlia.

Photo credit: PLS Pool - Getty Images
Photo credit: PLS Pool - Getty Images
Photo credit: PLS Pool - Getty Images
Photo credit: PLS Pool - Getty Images

L'oggetto dei nostri desideri è stato il cappotto in tweed misto lana indossato da Charlène Wittstock. Si tratta di un capospalla firmato Akris, lungo fin sotto al ginocchio, dall'eleganza indiscutibile. Il colore rosso del cappotto contrasta perfettamente con i dettagli a quadri e strisce diagonali, che ne impreziosiscono la trama, così come la bordatura in pelle nera che ne segue il profilo. In pelle anche i bordi dei reveres arrotondati e la chiusura trasversale sul punto vita.

A rendere il cappotto ancora più speciale, l'abbinamento total black studiato dalla Principessa con dolcevita in maglia, pantaloni a zampa d'elefante e tacchi a spillo. Per donare poi al tutto un tocco bohemien, Charlène ha aggiunto un basco (probabilmente scelto per nascondere il taglio punk) e orecchini di perle di Cartier. Non ci resta che dire che, se crescendo la piccola Gabriella seguirà le orme di stile di mamma Charlène, allora ne vedremo davvero delle belle.