Il cast di The Walking Dead: 5 curiosità che devi sapere

·6 minuto per la lettura
Photo credit: Jamie McCarthy - Getty Images
Photo credit: Jamie McCarthy - Getty Images

Una delle serie USA più seguite e amate anche in Italia è sicuramente The Walking Dead, un prodotto per la tv tratto dall'omonima graphic novel dove a un certo punto il pianeta viene colpito da una pandemia che trasforma le persone in morti viventi. I (pochi) sopravvissuti rimasti combattono per cercare di condurre un’esistenza sostenibile, sperando anche di trovare una soluzione al disastro che ha colpito l'umanità.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

The Walking Dead 4: cast, trama e curiosità della stagione "in prigione"

Sono già 10 le stagioni serie prodotte dall'americana AMC, ma in questo articolo ci soffermeremo su alcune annate specifiche, in particolare a cominciare dalla quarta, che ha visto tante novità soprattutto per quanto riguarda il cast e per lo scontro con il primo, vero villain della serie. Andrew Lincoln (Rick), David Morrissey (Il Governatore), Norman Reedus (Daryl), Steven Yeun (Glenn), Danai Gurira (Michonne), Lauren Cohan (Maggie), Chandler Riggs (Carl), Scott Wilson (Hershel), Emily Kinney (Beth), Melissa McBride (Carol), Chad Coleman (Tyreese), Sonequa Martin-Green (Sasha), Jose Pablo Cantillo (Martinez) e Melissa Ponzio (Karen) compongono il cast di presenze fisse di questa quarta stagione, composta da 16 episodi usciti in Italia dal 14 ottobre 2013 al 31 marzo 2014. La vita del gruppo si svolge in prigione, con l’integrazione dei sopravvissuti di Woodbury nel gruppo di Rick. Ma la tregua dura poco, perché il Governatore rapisce Hershel e Michonne che si trovavano fuori dal complesso a cercare delle erbe. Rick alla fine uccide il Governatore, però lui e i suoi amici devono abbandonare il luogo dove vivono e la serie finisce con il gruppo imprigionato in un vagone ferroviario. Pensa che a partire dall’episodio 9, nel quale Michonne è tormentata dai ricordi mentre Rick e Carl sono in fuga fino all’ultimo episodio, tutti gli eventi che accadono coprono un arco temporale di soli otto giorni… E sempre durante il nono episodio, per girare la celebre scena del budino Chandler Riggs (l'attore che interpreta Carl) ha dovuto mangiare più di tre chili di pudding al cioccolato!

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

The Walking Dead 5: cast e curiosità

La quinta stagione della serie è scritta da Scott M.Gimple, Robert Kirkman, Angela Kang e diretta da Greg Nicotero, e i personaggi principali sono interpretati sempre da Andrew Lincoln, Norman Reedus, Steven Yeun, Lauren Cohan e Chandler Riggs. In Italia è andata in scena dal 13 ottobre 2014 al 30 marzo 2015; nella seconda parte di questa stagione Rick conduce il gruppo nella cittadina di Alexandria in Virginia, dove assume il ruolo di capo della polizia locale. Torna Carol, che dopo aver salvato il gruppo si unisce a Daryl nella missione di salvataggio di Beth che rappresenta il culmine sensazionale di questa stagione: sin da quando Carol è arrivata ad Alexandria, ha finto di essere una mite casalinga che inforna biscotti e cucina stufati in modo che nessuno potesse notare le sue incursioni nell’armeria cittadina. Nell’ultimo episodio della serie Carol spiega la sua strategia al gruppo, rivelando di aver tenuto un low profile con gli abitanti di Alexandria... Ben quattro i personaggi principali morti nella quinta stagione: Gareth, Bob, Beth e Tyreese. L’ultimo episodio, "Conquistare", è l’unico della stagione a durare novanta minuti. Abraham, Eugene, Rosita, Gareth e Tara (non presente nel fumetto) sono promossi a membri fissi del cast, dopo ricorrenti apparizioni evidentemente apprezzate dai fan.

The Walking Dead 6: il cast

Il cast della sesta stagione si arricchisce con Lennie James (Morgan), Sonequa Martin-Green (Sasha), Josh McDermiyy (Eugene), Jeffrey Dean Morgan (Negan), Christian Serratos (Rosita), Alanna Masterson (Tara) e Ross Marquand (Aaron) più altri personaggi secondari; questa stagione non è stata da record come la precedente, ma è fondamentale perchè introduce uno dei personaggi più amati/odiati dell'intera serie: Negan, un villain che, in non più di dieci minuti di presenza scenica, è stato uno degli elementi caratterizzanti di tutta la seconda metà di questa stagione. Con quelle terrificanti mazzate finali a Glenn ha messo in ginocchio non solo Rick, ma tutto il suo gruppo e anche i telespettatori: la trappola finale nei confronti proprio di Rick è stata perfetta, e superba nella circostanza la regia di Gregory Nicotero che si è dimostrato di vitale importanza per lo show non solo per la sua maestria negli effetti speciali, ma per il suo talento da regista sbocciato proprio sul set di The Walking Dead. I quattro episodi diretti da lui in questa serie rappresentano probabilmente, dal punto di vista tecnico e della regia, il punto più alto non solo della sesta stagione ma di tutta la serie.

Photo credit: Frazer Harrison - Getty Images
Photo credit: Frazer Harrison - Getty Images

Curiosità sulla sesta stagione di The Walking Dead

  • Il primo episodio della sesta serie termina con un lunghissimo suono di clacson che attira la mandria di vaganti verso Alexandria, un momento curiosamente in comune con un'altra serie di successo come Breaking Bad

  • Il nome dell’attore che interpreta Glenn, Steven Yeun, non compare nei titoli di testa di tutti gli episodi: è stato tolto a partire dal quarto episodio fino al sesto della settima serie perché, dopo la caduta in mezzo alla mandria di zombie per colpa di Nicolas, non si è più saputo nulla di lui

  • Nel sesto episodio, Always Accountable, c’è un easter egg per tutti i fan di Daryl e Carol: Daryl uccide uno zombie che lo stava per attaccare, e quando il vagante cade a terra sulla sua schiena si vede un fiore. E' una Cherokee Rose, lo stesso fiore che Daryl regalò a Carol nella seconda stagione per confortarla dopo la scomparsa di Sophia

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

The Walking Dead 7: cast e curiosità

La stagione è incentrata sul personaggio di Negan, che ha diviso i telespettatori: molti lo trovano convincente, mentre altri troppo grottesco e sopra le righe (se non hai letto il fumetto fidati: lì è molto "peggio"). L’idea che deve dare Negan è quella di un personaggio che sei costretto ad odiare a causa del contesto e della situazione, ma in realtà è può anche essere potenzialmente molto apprezzato come improbabile alleato. Come sempre in primo piano c'è Rick, che però in questa stagione alterna grandi imprese a clamorosi errori: il primo sbaglio se lo porta dalla stagione scorsa, quando sottovaluta Negan e a salvarlo (come accaduto altre volte) è l’aiuto degli amici e dei suoi cari, disposti a morire per lui come Sasha. La morte di Glenn e Abraham è stato uno shock per gli spettatori, senza contare che il post mortem dei due personaggi è stato gestito in maniera piuttosto rapida e ha fatto storcere il naso a molti: nell’episodio finale però, con il sacrificio di Sasha e il discorso di Maggie, la serie omaggia nel modo migliore queste due vittime di Negan di cui nessuno si scorderà presto. Nella settima serie è stato risolto il problema della scarsa varietà di ambientazioni: ad Alexandria si sono aggiunti Sanctuary, Hilltop, il Regno, Oceanside e anche la bizzarra discarica.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli