Il coronavirus sopravvive sugli schermi per 4 giorni: i consigli dell’Oms

coronavirus schermi

Lavarsi le mani accuratamente, con il sapone o un disinfettante, per almeno 20 secondi è la prima regola per prevenire la diffusione del Covid-19, ma non è sufficiente. Infatti, il coronavirus riesce a sopravvivere sugli schermi dei telefonini e dei tablet per diversi giorni. Essendo strumenti di uso quotidiano, il contatto può bastare per trasmettere i batteri. L’OMS, quindi, ha diffuso alcuni consigli da adottare rispetto agli apparecchi tecnologici.

Coronavirus, sopravvive sugli schermi

In un video del World Economic Forum diffuso su TikTok, viene sottolineata l’importanza del corretto lavaggio degli schermi per evitare la diffusione del coronavirus. Infatti, secondo le ricerche, il virus può sopravvivere su superfici e schermi fino a 3/4 giorni. Ciò significa che il lavaggio accurato delle mani, se seguito dall’utilizzo del telefonino, non basta a prevenire il contagio.

Per arginare la situazione, quindi, è importante disinfettare accuratamente anche gli schermi di tablet, pc e cellulari. Per farlo, spiega l’OMS, basta utilizzare un fazzolettino imbevuto di alcol, una salviettina disinfettante,o al più anche il gel battericida assoluto. Soltanto in questo modo si possono eliminare virus e batteri che, invisibili, si trovano sui nostri cellulare o computer.

Alcuni studi, infine, hanno rivelato, che ogni persona tocca il suo cellulare come minimo 60 volte al giorno: non si esclude che poi si tocchi il viso, il naso o gli occhi. Inoltre, quasi nessuno si preoccupa di disinfettare il telefonino nonostante venga appoggiato in moltissimi luoghi differenti. Un gesto semplice e veloce che, soprattutto di questi tempi, dovremmo imparare a svolgere.