Il Covid-19 ha rivoluzionato la nostra vita sessuale - dice un vibratore intelligente

Di Redazione
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Photo by Emiliano Vittoriosi on Unsplash
Photo credit: Photo by Emiliano Vittoriosi on Unsplash

From Esquire

Non ci crederete ma il Covid ha avuto un impatto sulla nostra vita sessuale e questo perché, forse i meno attenti non lo hanno notato, non possiamo più avvicinarci a meno di un metro gli uni dagli altri! Scusate lo sfogo ma in realtà la questione è più profonda e interessante di così e possiamo vederlo esplorando il mondo dei sex toys e della loro nuova vita durante la pandemia.

Una delle prime conseguenze del lockdown e di quello che sta accadendo nel mondo è il picco di vendite di questi giocatoli per adulti, l'aumento di OnlyFans per accedere a contenuti erotici molto più reali del porno e la normalizzazione della masturbazione come parte del benessere quotidiano.

Photo credit: Megan Madden / Refinery29 for Getty Images - Getty Images
Photo credit: Megan Madden / Refinery29 for Getty Images - Getty Images

Al CES 2021, una delle più grandi fiere di tech al mondo, però c'è stata una sorpresa. La azienda di sextech Lioness ha pubblicato pieno di dati molto dettagliati che ha raccolto sulle pulsioni sessuali delle persone, facendo una panoramica delle abitudini legate alla masturbazione, la frequenza, il tempo in cui si raggiunge l'orgasmo e molto altro. Il tutto nel biennio 2019-2020. Be' quello che ne è uscito va in controtendenza con quello che ci si potrebbe aspettare.

All'inizio della pandemia tutte le più grandi aziende di tech legato al sesso, soprattutto quelle che si occupano di oggetti connessi a internet, come la We-Vibe, la Ohmibod e Satisfyer, hanno riportato vendite stellari. TUtti si sono premuniti immediatamente di un compagno di lockdown per così dire. Però che questo si sia poi tradotto effettivamente in un utilizzo del toy è tutto da vedere.

Ad esempio il vibratore intelligente della Lioness, che registra con cura le statistiche di utilizzo dell'oggetto, rafforza questa impressione. Liz Klinger, amministratrice dell'azienda che ha creato questo vibratore high tech per esplorare a fondo la nostra sessualità, ha affermato che la vita sessuale delle persone sotto pandemia è molto più complessa di quello che pensiamo.

Photo credit: bombardir - Getty Images
Photo credit: bombardir - Getty Images

La Lioness ha raccolto i dati aggregati di 1.879 utenti su circa 40.000 sessioni con il vibratore tra il 2019 e 2020 e il calo è stato impressionante. Nel complesso c'è stato un calo delle sessioni di circa il 9% da un mese all'altro rispetto allo scorso anno. Il calo più significativo nel 2020 si è verificato negli stessi ultimi mesi dell'anno, con novembre che è sceso di oltre il 37%.

In effetti non è così difficile immaginare il motivo per cui le persone non sono eccetitate ma più che altro stressate e impaurite.