"Il Covid? Una benedizione per il pianeta" l'opinione di Brigitte Bardot

Di Redazione Digital
·2 minuto per la lettura

From Marie Claire

Brigitte Bardot è tornata far sentire la sua voce, e con la mancanza di diplomazia che ci si aggiudica di diritto (?) dopo una certa età - ha compiuto 86 anni lo scorso settembre - ovvero quando non devi più rendere conto di niente a nessuno, nemmeno al pubblico, la diva fa discutere per un'opinione che ha espresso sulla pandemia di Covid-19. "Una buona cosa per il pianeta", ha dichiarato l'icona francese che da lungo tempo si è ritirata a vita privata per dedicarsi solo agli animali e all'ambiente. Non estranea alle provocazioni, Brigitte Bardot, che ha raggiunto la fama nel 1956 con il film Piace a troppi (Et Dieu... créa la femme) ha dichiarato senza mezzi termini a Paris Match come percepisce la pandemia: “Leggo tanti libri, giornali, guardo la tv parlo con i miei amici, rimango sintonizzato e guardo questo mondo diventare un circo. È abominevole il modo in cui trattiamo il nostro pianeta che si lamenta, soffoca, implode sotto il peso di una demografia incontrollabile da cui nascono tutte le disgrazie che ci capitano: riscaldamento globale, inondazioni, incendi...". Una teoria che potrebbe essere in parte azzeccata, se solo fosse espressa con un filo di prudenza e di ottimismo in più?

L'ex attrice, che è stata protagonista di grandi storie di passione, ha spiegato più volte che il suo unico amore ora sono gli animali e che è felice, oggi, se i sui occasionali tentativi di togliersi la vita non sono mai andate in porto, perché se fosse morta non avrebbe potuto portare avanti tutte le battaglie per il pianeta. “Temo che il Coronavirus e le prossime epidemie che sono già all'orizzonte rimetteranno dolorosamente le cose in chiaro. Quando i cinque miliardi di esseri umani in più sulla Terra saranno scomparsi, la natura si riprenderà i suoi spazi”, ha spiegato l'ex attrice per la quale il virus sta agendo come una sorta di autoregolazione di una demografia "che non siamo in grado di controllare", e definisce gli umani come esseri che non hanno predatori: "solo le forze naturali possono costringerli a ragionare". L'ennesima dichiarazione divisiva che si aggiunge a una lunga lista di attacchi rivolti a chiunque dalla Bardot che sembra avercela un po' con tutti gli abitanti del pianeta, tranne uno: Pamela Anderson. Per l'eterna BB, è lei la sua unica erede, non per l'aspetto fisico, ma perché sta seguendo le sue orme nell'impegno ambientalista.