Il farmaco potrebbe essere in commercio entro la fine del 2021

·1 minuto per la lettura
roche pillola anti covid
roche pillola anti covid

L’azienda farmaceutica svizzera Roche lavora allo sviluppo di una pillola anti covid che potrebbe arrivare sul mercato già entro la fine del 2021. A darne notizia è Christoph Franz, presidente del consiglio di amministrazione della società, in un’intervista rilasciata alla tv svizzera, TeleZüri. Dalle sue parole si apprende che lo sviluppo del farmaco antivirale vede la collaborazione con l’azienda americana Atea Pharmaceuticals ed è già in fase di sperimentazione. AT-527, questo il nome del medicinale, viene in questa fase testato sia sui malati covid che richiedono ospedalizzazione, sia su coloro che manifestano la malattia in forma moderata.

Roche lavora ad una pillola anti covid

Troppo presto per dire se il farmaco entrerà o meno nella profilassi di cura del covid, ma qualora dovesse superare tutti gli step necessari sarebbe sicuramente un’arma più per combattere la pandemia. L’antivirale, si apprende sempre dal presidente del consiglio d’amministrazione di Roche, potrà essere assunto o per via orale o tramite trasfusioni seguendo dunque l’iter già visto per gli anticorpi monoclonali, a loro volta altro strumento di contrasto al coronavirus.

Roche stessa ha investito anche nel campo dei monoclonali e, in consorzio con l’americana Regeneron, mira a produrre entro breve un cocktail di due tipologie di anticorpi di questo tipo, il Casirivimab e l’Imdevimab, sfruttando dunque il fatto che sia l’Ema che le agenzie nazionali degli Stati membri dell’Unione, tra cui l’Aifa, li abbiamo approvati.