Il modo migliore di voltare pagina dopo un anno difficile come il 2020 è procurarti un buon libro

Di Adelaide Barigozzi
·4 minuto per la lettura
Photo credit: Richard Drury - Getty Images
Photo credit: Richard Drury - Getty Images

From Cosmopolitan

Il modo migliore di voltare pagina dopo un anno difficile come il 2020 è procurarti un buon libro. Da leggere per festeggiare un nuovo inizio, esorcizzare le paure, innamorarti, imparare qualcosa di nuovo e viaggiare nel tempo e nello spazio (anche se sei in zona rossa!). Perché un buon libro è il miglior vaccino contro la noia, l'ansia e la frustrazione che tutti abbiamo vissuto in questi ultimi mesi, ma anche un booster per l'autostima, che ti aiuta a ricaricare le batterie per il futuro migliore che ci aspetta. Devi solo scegliere la trama e l’autore giusti, quelli che sanno emozionarti. Storie piene di suspense o di poesia, di passione o insegnamenti, di risate o spunti di riflessione, o un po’ di tutto questo mescolato insieme. Ecco 7 novità da acquistare nelle librerie fisiche e online, che ti invitano a buttarti in nuove avventure e a fare il pieno di buone vibrazioni.

Esercizi di fiducia, di Susan Choi (Big Sur)

Anni 80, David e Sarah,15 anni, s’incontrano in una scuola di teatro e s’innamorano. La loro storia sarà breve ma intensa. A raccontarla è un romanzo di formazione a più voci che ritrae a distanza di vent’anni le contraddizioni dell’adolescenza affrontando con delicatezza i temi dell’amicizia, del desiderio e del bisogno di consenso in un gioco tra verità e finzione.

I demoni di Wakenhyrst, di Michelle Paver (Neri Pozza)

Per chi ama le paludi, le gazze ladre, l’edera, i romanzi neogotici femministi con eroine incomprese e disturbate, e i demoni naturalmente (scolpiti, dipinti, sognati ed evocati). Un romanzo nero da leggere d’un fiato che invita anche a riflettere sulla condizione delle donne fino a non troppo tempo fa.

I Simpson e la filosofia, di W. Irwin, M.T. Conard, A.J. Skoble (Blackie Edizioni)

Se anche tu pensi che nel mondo non possa accadere più nulla, inclusi una pandemia e un assalto al Congresso Usa, che non sia già successo in una puntata dei Simpson, ecco il libro che ti aiuterà a capire meglio il mondo che ci aspetta. Che per fortuna include molte altre cose belle. Con l’aiuto di Homer, Marge, Lisa, Mr. Burns & Co., ma anche della filosofia (gli autori sono docenti universitari di prestigiosi atenei statunitensi).

Adorazione, di Alice Urciuolo (66thand2nd)

Tre adolescenti della provincia di Latina trascorrono una lunga, indimenticabile estate che le farà crescere. È passato solo un anno da quando una loro amica, Elena, è stata uccisa dal suo ragazzo e tutti sembrano averla dimenticata. Ma non loro, che smaniano di diventare presto adulte, ma che sono anche costrette a confrontarsi con problemi troppo grandi. L’autrice di questo romanzo di formazione (classe 1994) dallo stile fresco e sincero, è tra i sceneggiatori della serie Skam.

Tutto il bene che si può, di Rye Curtis (Bompiani)

Un’anziana signora, unica sopravvissuta a un incidente aereo, si ritrova dispersa tra le montagne selvagge del Montana, dove si aggira anche un pericoloso assassino. Tutti ormai la credono morta, tranne una ranger dal carattere ruvido, con un debole per il merlot. Le loro voci si incrociano in un romanzo folgorante e umano, pieno di personaggi e situazioni eccentriche ma toccanti, sull’arte di sopravvivere alle estreme difficoltà della vita, naturali e no. Il mio libro del cuore del mese, consigliatissimo per le lettrici più esigenti.

Leggende groenlandesi, a cura di Bruno Berni (Iperborea)

Se cerchi un mondo da fiaba abitato da fate e principesse resterai delusa: i miti del popolo inuit che vive nella grande isola di ghiaccio parlano di sopravvivenza quotidiana e vita dura, ma anche di una natura estrema e bellissima, che ti conquisterà. Cacciatori, sciamani, foche, narvali e balene umanizzate, spiriti più o meno generosi sono i protagonisti di queste leggende raccolte un secolo fa da un grande esploratore e antropologo. Da leggere al calduccio.

Il mistero della pittrice ribelle, di Chiara Montani (Garzanti)

Nella Firenze del Rinascimento, la giovane Lavinia ha un grande talento per la pittura. Tanto da colpire Piero della Francesca che, sfidando le convenzioni del tempo, l’ammette nel suo studio. Insieme creeranno opere meravigliose, ma saranno anche chiamati a risolvere il mistero di un efferato delitto. Un romanzo storico curioso, ambientato nel mondo dell’arte, che si sviluppa in una trama gialla tinta di rosa, c'è pure una storia d’amore. Per le più romantiche che amano volare con la fantasia.