Il momento irrinunciabile dell'allenamento: il riscaldamento

·3 minuto per la lettura
riscaldamento corsa
riscaldamento corsa

Prima di iniziare qualsiasi allenamento è fondamentale eseguire un corretto riscaldamento, per evitare danni durante l’esercizio fisico. E per fare jogging? Come bisogna riscaldarsi prima di una corsa?

Come riscaldarsi per la corsa

A volte, quando si ha poco tempo o non si è professionisti, si tralascia questa importantissima attività per il nostro corpo: il riscaldamento. Spesso si preferisce lo stretching, o una corsetta più lenta. Eppure, esso è assolutamente necessario.

Riscaldarsi prima della corsa è infatti un presupposto basilare: bisogna eseguire il riscaldamento prima di ogni attività sportiva, e cercare di dedicarvisi almeno 15-30 minuti, a seconda del soggetto. Inoltre, è importante non dimenticare nessuna parte del corpo: gambe, braccia, addome. Ma quali sono i migliori esercizi?

Esercizi per le articolazioni

Prima di iniziare, ha estrema importanza l’attivazione muscolare e articolare. Questi esercizi vanno a risvegliare le articolazioni delle gambe e delle anche, delle caviglie, del busto, braccia, eccetera. Sono movimenti specifici che servono a sentirci più flessibili e a preparare il corpo per la corsa.

Per aumentare la mobilità sono inoltre utili gli esercizi di skip: ginocchia alte, calciata indietro, apertura delle gambe.

Corsa progressiva

Quale miglior modo di riscaldarsi per la corsa di iniziare con un passo veloce? Iniziare in questo modo e poi progressivamente aumentare la velocità, fino a correre, è essenziale. Questa attività dovrebbe durare almeno 10-15 minuti. Si inizia dunque con una camminata veloce, intervallata da alcuni metri di corsa leggera. Dopodiché, si potrà iniziare a correre in maniera più sostenuta, ad una velocità che verrà mantenuta durante tutta la corsa.

Allunghi finali

Anche la parte finale della corsa ha la sua importanza: eseguire una serie di allunghi per alcuni metri e sempre in maniera progressiva è un ottimo modo per concludere l’allenamento.

Considera che…

L’intensità del riscaldamento dipende dal tipo di allenamento che verrà eseguito, e dipende ovviamente dal soggetto che sta per iniziare la corsa. Riscaldarsi per una maratona è diverso dal riscaldarsi per una partita di calcio. Così come è diverso riscaldarsi prima di una corsa quando hai passato una giornata sedentaria; al contrario di un allenamento fatto quando durante il giorno sei stato molto in movimento oppure, ad esempio, le temperature sono abbastanza alte fuori.

I benefici del riscaldamento

Come è stato già detto riscaldarsi prima di una corsa è fondamentale per il corpo. Ma perché?

Innanzitutto, attraverso gli esercizi di riscaldamento saranno correttamente preparati i muscoli e i tendini, che saranno più flessibili e ci permetteranno di correre senza difficoltà. Anche mentalmente ci sentiamo più preparati.

Il riscaldamento migliora l’ossigenazione dei muscoli, perché si stimola il sistema cardiovascolare e respiratorio, permettendo l’aumento dell’afflusso di sangue ai muscoli. Inoltre, grazie al riscaldamento vengono attivati più velocemente i meccanismi per bruciare i grassi e non solo gli zuccheri.

Infine, l’aumento progressivo dell’intensità permette al battito cardiaco di aumentare altrettanto progressivamente, e non tutto in una volta, in maniera repentina.

In conclusione

Il riscaldamento prima di qualsiasi attività fisica è qualcosa che non va mai dimenticato: è grazie a questi brevi esercizi che potrai dire di aver eseguito un allenamento corretto, riuscito. Al contrario, saltare questi minuti potrebbe danneggiare il nostro corpo con strappi, legamenti doloranti e tendini tesi.