Il nuotatore maltese Neil Agius da record mondiale: nuota per 50 ore contro un mare di plastica

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Getty Images
Photo credit: Getty Images

Ormai ci sembra chiaro: è grazie a persone come l'atleta e attivista Neil Agius se il mondo è un posto migliore. "Se Neil Agius può nuotare per due notti e tre giorni, senza fermarsi, senza uscire dall'acqua, possiamo tutti raccogliere 6 pezzi di plastica" questo lo slogan della #DoubletheWave Challenge lanciata dal nuotare olimpico Neil Agius, il suo team e la sua fondazione Wave of Change Malta.

Così Neil Agius è partito nel pomeriggio del 27 giugno da Linosa, e mercoledì 30 sera ha raggiunto l’isola di Gozo (originariamente doveva sbarcare a Malta ma ha virato causa correnti). Con 50 ore in acqua per percorrere 130 chilometri, Agius ha battuto il record mondiale della più lunga nuotata continua, non assistita e senza corrente, lungo un singolo segmento, in mare aperto.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Una sfida ai limiti della resistenza che il nuotatore maltese di 35 anni ha accettato per un motivo ben preciso: non solo la competizione ma anche l'impegno per un pianeta migliore. Con la sua Wave of Change, organizzazione di tutela ambientale impegnata in campagne di sensibilizzazione ed educazione, ha sfidato le persone che hanno seguito la traversata a raccogliere almeno 6 pezzi di plastica, fotografando il loro operato e taggando l’immagine con #DoubletheWave e @waveofchangemalta, nominando poi sei persone che avrebbero dovuto partecipare a loro volta. L'obiettivo finale? Raccogliere nelle 50 ore di nuotata un milione di rifiuti di plastica.

Una missione dal cuore grande per il nuotatore che ha documentato la campagna via social, ottenendo un discreto riscontro virale, ed è riuscito a portare a termine l'impresa nonostante le difficoltà tecniche. A sostenerlo nelle 50 ore in mare aperto c'era il suo team, composto da 22 persone che l'hanno accompagnato via imbarcazione per il tragitto. Tra loro c'era anche Lara Vella, la fidanzata del nuotatore che, poche ore prima, si era inginocchiata davanti a lui chiedendogli di sposarla. Ovviamente, Agius ha risposto di sì.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.
Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli