Il pasticcio di pasta piace a tutti e puoi farla facilmente anche tu

Di Redazione Digital
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Janko Ferlič / Unsplash
Photo credit: Janko Ferlič / Unsplash

La pasta pasticciata è un classico della cucina italiana. In fin dei conti si tratta di una ricetta di pasta al forno realizzata con tutto quello che si ha. È, pertanto, un'ottima pasta svuotafrigo o per il riciclo.

L'ideale sarebbe prepararla con gli avanzi: quindi la prossima volta che cuocete un primo, preparatene di più in modo da fare una squisita pasta pasticciata per il giorno dopo.

Come fare la pasta pasticciata

La classica ricetta della pasta pasticciata è semplice e si fa così.

Ingredienti per 6 persone

  • 600 g di ragù

  • 500 g pasta corta (vanno benissimo le penne)

  • 300 g di formaggio filante

  • 100 g di parmigiano grattugiato

  • 50 g burro

  • 50 g farina

  • 500 ml di latte

Preparazione

In abbondante acqua salate fate cuocere la pasta molto al dente, scolatela e conditela con il ragù.

Mentre la pasta cuocere, sciogliete il burro in una pentola, unite la farina setacciata e sbattete con una frusta, quindi aggiungete il latte a filo fino a ottenere una salsa besciamella dalla consistenza setosa.

Cospargete il fondo di una pirofila da forno con un po' di besciamella, quindi versatevi un quarto della pasta al ragù, coprite con besciamella e fette di formaggio filante; continuate in questo modo fino a esaurire gli ingredienti e ricoprite il tutto con un velo di besciamella e il parmigiano grattugiato.

Infornate in forno caldo a 200 gradi e fate cuocere per un quarto d'ora. Sfornate, lasciate riposare per 5 minuti, quindi servite.

Alcune varianti della pasta pasticciata

Come detto, la pasta pasticciata si può preparare con qualunque cosa che avete in frigo o in dispensa: quindi lavorate di fantasia e avrete senza dubbio un piatto buonissimo.

Pasta pasticciata con verdure

Per esempio si può preparare una squisita pasta pasticciata con verdure: unite alla pasta dei piselli passati in padella con cipolla, oppure, se è stazione, delle zucchine tagliate a rondelle.

Pasta pasticciata in bianco

La pasta pasticciata in bianco può diventare più buona con l'aggiunta di pancetta, per esempio, o altri tipi di carne (sì, va bene anche quella del brodo che vi è rimasta in frigo).

Pasta pasticciata in crosta

La pasta pasticciata in crosta è ancora un altro modo di realizzare questo piatto del riciclo. Adagiate sul fondo di una pirofila un rotolo di pasta sfoglia, bucherellatelo con una forchetta, versatevi la pasta condita, coprite con un altro foglio (bucherellato per bene anche questo, sì che il vapore possa uscire), spennellate con un uovo sbattuto e via in forno per 45 minuti a 180 gradi.