Il Principe Andrew difeso ancora dall’ex moglie: ‘E’ buono e gentile’


Sarah Ferguson ritiene che l’ex marito, il Principe Andrew, sia “un uomo bravo e gentile”. La Duchessa di York è rimasta in buoni rapporti con il padre delle sue figlie nonostante il divorzio del 1996. Andrew però all’inizio dell’anno ha dovuto dire addio ai titoli militari a causa del processo intentatogli da Virginia Giuffrè, una ragazza americana che sostiene di essere stata forzata a fare sesso con lui quando aveva solo 17 anni.
Quando le è stato chiesto se sposerebbe di nuovo Andrew se potesse tornare indietro nel tempo, Sarah ha risposto: “Oh sì. E’ un uomo buono e gentile. E’ bravo. E’ stato un matrimonio eccezionale. Straordinario. Penso che la mia vita sia stupenda, sono stata molto fortunata. Ora sto ri-iniziando la mia vita da capo e penso sia una cosa molto bella”.
Sebbene quando si trova nel Regno Unito alloggi nella proprietà a Windsor di Andrew, la 62enne sostiene che quella non sia la sua vera casa visto che lei trascorrere davvero tanto tempo all’estero. Parlando con Radio Times ha detto: “Passo così tanto tempo fuori dal Paese per fare il mio lavoro filantropico, quando rientro sono fortunata di poter stare qui. Ma non sarebbe giusto dire che è casa mia. E’ un posto in cui diventiamo un fronte unito per le ragazze (le figlie, ndr), è casa loro e ora i miei nipoti vengono qui. Rimango fermamente dell’idea che Andrew sia un uomo buono e gentile. E’ ciò in cui credo. Siamo divorziati e penso sia importante che le persone capiscano che io non trascorro molto tempo in Inghilterra”.
Sarah ha anche lodato le sue figlie Eugenie e Beatrice per il modo in cui hanno affrontato lo scandalo che ha coinvolto il genitore, che alla fine ha pagato milioni di dollari a Virginia Giuffrè attraverso un accordo extra-processuale.
Sarah resta anche una grande ammiratrice della Regina Elisabetta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli