Il rifugio (anche) per la mente è in questo spazio iper-compatto e camaleontico

Di Redazione Digital
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Marc Goodwin, Archmospheres
Photo credit: Marc Goodwin, Archmospheres

From ELLE Decor

Non arriva nemmeno ai dieci metri quadrati di superficie: Space of Mind è uno spazio volutamente piccolo che lascia grande respiro al pensiero per "sentirsi come a casa, lontano da casa". A progettare il rifugio perfetto per la mente è lo Studio Puisto, team di architetti con base a Helsinki specializzato nella progettazione di stabili ed edifici eco-compatibili. L'ultima chicca è una cabina moderna ideata per abbracciare il nuovo abitare nel nome della fluidità e della trasversalità. La struttura può infatti essere collocata ovunque, dalla cima di una montagna al cortile di casa. Ecco i suoi segreti.

Photo credit: Marc Goodwin, Archmospheres
Photo credit: Marc Goodwin, Archmospheres

Via di fuga spaziale, alternativa domestica o alter ego dell'ufficio, Space of Mind è camaleontico: non solo si mimetizza con l'ambiente che lo circonda ma si presta ad accogliere il proprio ospite in più occasioni della giornata. Non a caso, il progetto è stato inizialmente sviluppato in risposta alla pandemia in corso: rappresenta infatti quell'altrove ritrovato che, contemporaneamente fuori e dentro casa, ricontestualizza l'idea di viaggio ad personam. Gli interni della struttura in legno sono infatti regolabili in base alle preferenze e alle esigenze individuali del committente: grazie alla modularità degli arredi, ciò che può essere ricreato è uno spazio multiforme in grado di assumere le sembianze e le funzionalità di una palestra così come di un angolo dedicato all'home office.

Photo credit: Marc Goodwin, Archmospheres
Photo credit: Marc Goodwin, Archmospheres
Photo credit: Marc Goodwin, Archmospheres
Photo credit: Marc Goodwin, Archmospheres
Photo credit: Marc Goodwin, Archmospheres
Photo credit: Marc Goodwin, Archmospheres

Poco ingombrante e compatto, Space of Mind ricrea così un rifugio intimo e privato di 9,9 metri quadrati che nella sua essenzialità risulta utilissimo. "Con meno, possiamo sentire di più", spiegano dallo Studio Puisto. "La struttura non risulta isolata perché, avvicinando lo spazio interno agli elementi ambientali esterni in continua evoluzione, instaura una connessione fluida con la natura". Essendo costruito in legno massiccio ricavato sostenibilmente in Finlandia, Space of Mind può resistere anche agli inverni artici più rigidi, pur rimanendo esteticamente e funzionalmente accogliente come un nido. Il suo plus? La leggerezza controbilanciata dalla stabilità. Facile da trasportare tramite una gru o un elicottero, si adatta facilmente al contesto che lo accoglie, plasmandosi intorno e dentro alla vita di chi lo abita.

Photo credit: Marc Goodwin, Archmospheres
Photo credit: Marc Goodwin, Archmospheres
Photo credit: Marc Goodwin, Archmospheres
Photo credit: Marc Goodwin, Archmospheres