Il sangue del cordone ombelicale: tutto ciò che c'è da sapere

sangue del cordone ombelicale
sangue del cordone ombelicale

Cos’è il sangue del cordone ombelicale e perché è così importante? Ecco tutto ciò che dovreste sapere in merito.

Che cos’è il sangue del cordone ombelicale?

Il sangue del cordone ombelicale è il sangue che rimane nel cordone dopo la nascita. È ricco di cellule staminali che potrebbero aiutare a sostituire le cellule del sangue danneggiate con cellule sane.

Perché è così importante?

Le cellule staminali ematopoietiche presenti nel sangue del cordone ombelicale generano ogni tipo di cellula sanguigna e immunitaria. Queste cellule vengono già utilizzate per trattare circa 80 malattie, tra cui tumori come linfomi e leucemie e disturbi metabolici ereditari.

Il tessuto del cordone ombelicale (che può essere raccolto contemporaneamente al sangue del cordone ombelicale) contiene un altro tipo di cellule staminali, chiamate cellule staminali mesenchimali, attualmente utilizzate in studi clinici per il trattamento di malattie cardiache, colite ulcerosa, ictus e diabete.

A chi può essere utile il sangue?

Ogni famiglia può potenzialmente beneficiare del sangue del cordone ombelicale. Più comunemente, il sangue del cordone ombelicale viene utilizzato nei trattamenti per i fratelli di un bambino donatore. C’è circa il 25% di possibilità che un fratello o una sorella siano compatibili. È meno probabile che un bambino possa trarre beneficio dal proprio sangue cordonale perché la maggior parte delle patologie trattabili con le cellule staminali sono genetiche. Pertanto, la causa della malattia sarebbe molto probabilmente presente anche nelle cellule staminali raccolte.

cos'è sangue del cordone ombelicale
cos'è sangue del cordone ombelicale

Non sembra che le probabilità di avere bisogno di sangue cordonale siano piuttosto basse?

Se avete una storia familiare di malattie che potrebbero trarre beneficio dal sangue del cordone ombelicale, il private banking è un’opzione quasi obbligata. Se c’è anche solo una piccola possibilità che uno dei vostri figli abbia bisogno di quel sangue, non vi pentirete mai di averlo conservato. Nel caso la vostra famiglia sia composta da una o più minoranze etniche, potreste prendere in considerazione l’idea di conservare privatamente il sangue cordonale di vostro figlio. I pazienti asiatici, ispanici e afro-americani hanno più difficoltà a trovare una buona compatibilità con il sangue cordonale pubblico.

Cosa succede se la mia famiglia non ha una storia di malattie?

Tenete presente che molte patologie curabili con le cellule staminali non hanno precedenti familiari. Si tratta spesso di eventi fortuiti e di situazioni per le quali non è possibile pianificare o prepararsi. In base alle ricerche attuali, le cellule staminali del sangue dovrebbero rimanere vitali per sempre se conservate in condizioni adeguate, quindi la vostra famiglia potrebbe teoricamente utilizzare le cellule tra decenni.

Si parla molto del suo potenziale: quali sono le ricerche che lo attestano?

Attualmente sono in corso numerose ed entusiasmanti ricerche. Gli esperti stanno esplorando nuovi possibili trattamenti per utilizzare il sangue per curare la paralisi cerebrale e le lesioni cerebrali, il disturbo dello spettro autistico, il diabete giovanile e altro ancora.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli