Il sogno lucido per decidere cosa sognare

Sogno lucido: ecco come controllare i propri sogni

Controllare i sogni è il desiderio di molte persone che si trovano ogni notte a combattere con un susseguirsi di incubi che non vogliono vivere. Il sogno lucido, chiamato anche onironautica, è l’esperienza che permette di rendersi conto che ci si trova in un sogno mentre lo si sta facendo. Solitamente in questi casi il sognatore è cosciente e sa che le sue azioni all’interno del sogno non avranno delle ripercussioni nella realtà. È anche consapevole del fatto che può compiere gesti che sarebbero del tutto impossibili nel mondo reale. Per questo motivo all’interno di un sogno lucido si può davvero fare ciò che si vuole. Esistono alcune tecniche per indurre il sogno lucido, vediamo come fare.

Come controllare i sogni

In passato sono stati fatti numerosi studi per comprendere come indurre al meglio un sogno lucido, ma nessuna ha dato dei risultati davvero soddisfacenti. Recentemente però il dottor Denholm Aspy, della School of Psychology dell’Università di Adelaide in Australia, ha trovato alcune tecniche davvero utili per aumentare le possibilità delle persone di controllare i propri sogni in maniera consapevole.

I risultati dei suoi studi suggeriscono che le persone possono aumentare le loro possibilità di avere un sogno lucido seguendo determinate tecniche. Scopriamole insieme.

Tecniche per indurre un sogno lucido

La ricerca svolta dal dottor Aspry ha coinvolto tre gruppi di partecipanti allo scopo di esaminare l’efficacia di tre tecniche diverse per indurre il sogno lucido. Le tre tecniche studiate sono:

  • Test di verità: prevede il controllo dell’ambiente più volte al giorno per verificare se state sognando
  • Svegliati a letto: svegliarsi dopo cinque ore, rimanere svegli per un breve periodo, poi tornare a dormire per entrare in un periodo di sonno REM, in cui i sogni sono più probabili
  • MILD (induzione mnemonica di sogni lucidi): prevede di svegliarsi dopo cinque ore di sonno e poi di sviluppare l’intenzione di ricordare che stai sognando prima di tornare a dormire, ripetendo la frase “la prossima volta che sto sognando, io ricorderò che sto sognando “

Durante gli esperimenti, 47 persone hanno combinato tutte e tre le tecniche. I partecipanti hanno raggiunto un tasso di successo del 17% nell’induzione dei sogni lucidi nell’arco di una sola settimana: si tratta di una percentuale molto maggiore rispetto a quella di una settimana prima. In particolare è emerso che tra le persone che riuscivano ad addormentarsi entro i primi cinque minuti di completamento della tecnica MILD, il tasso di successo del sogno lucido era molto più alta. In questo caso infatti il tasso di successo arrivava quasi il 46%.

Si comprende allora che la tecnica più efficace sia la tecnica MILD. Essa funziona sulla memoria prospettica, ovvero sulla capacità di ricordare di fare le cose in futuro. Ripetendo la frase “la prossima volta che sto sognando, io ricorderò che sto sognando “, si aumentano le possibilità di ricordarlo davvero e questo porterà a controllare i propri sogni.

Questi risultati portano nuova linfa alle ricerche che vogliono portare allo sviluppo di tecniche per indurre il sogno lucido in maniera conscia ed efficace. Nei prossimi anni certamente gli studi non si fermeranno e siamo certi che verranno trovate tecniche sicure in grado di permettere a chiunque di controllare i propri sogni.