Il vestito di Dakota Johnson è una pioggia di cristalli che splende sul red carpet di Venezia 78

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Dominique Charriau - Getty Images
Photo credit: Dominique Charriau - Getty Images

Cos'è un fashion moment, se non quella fulgida frazione di secondi in cui il cuore si ferma e la gioia di condividere - con gli occhi, col cuore - tanta bellezza ci pervade? Ci viene incontro anche la stessa lingua italiana, aprire prego il dizionario alla voce (look) "fulgido": "che risplende di viva luce". Il look di Dakota Johnson nel suo vestito Gucci sul red carpet della Mostra del Cinema 2021 è tutto ciò che si possa volere per la moda Autunno 2021. Di più! È come se Alessandro Michele, direttore creativo della maison fiorentina che quest'anno ha compiuto e celebrato i suoi primi 100 anni, l'avesse (ri)vestita di luminosità pura e sublime. È il pieno compimento, nella sua accezione più totalizzante, di ciò che significa calcare un red carpet: essere - sottolineamo essere - star, e non interpretare il ruolo di una star. Dakota Johnson a Venezia 78 ha dato prova di esserlo realmente, in tutta la sua essenza: la struttura in tulle trasparente del suo abito nude la fascia vestendo come una seconda pelle ed è tempestata di grandi cristalli dalla forma a goccia. La parte superiore dell'abito valorizza il suo corpo con un profondo taglio a V, sul cui orlo si infittisce la trama di gemme preziose. E poi, un meraviglioso taglio boxy, con spalline imbottite!

Photo credit: Anadolu Agency - Getty Images
Photo credit: Anadolu Agency - Getty Images

Ma la genialità di Alessandro Michele, artefice del vestito Gucci di Dakota Johnson sul red carpet di Venezia 2021, va oltre la tendenza cristalli moda Autunno 2021. Il cuore pulsante dell'abito dal taglio (quasi) impero è nella fascia che evidenzia il punto vita: lì, l'inizio dei lunghi lustrini che rivestono la gonna incontra l'estremità finale del corpetto, che è sormontato da una cappa di paillettes incorporata (in cui le spalline boxy sono altro focus di attenzione). Impeccabile è la scelta di non aggiungere collier o orecchini pendenti e altrettanto preziosi. Solo un anello, come un ultimo tocco di luce, come una goccia di rugiada caduta per restare a (ri)posare sulla sua mano: uno chevalier da mignolo sulla mano destra. Ai piedi, invece, sandali oro in armonico contrasto con l'argento. Un appassionato di mitologia come Alessandro Michele ci consentirà il riferimento aulico (e poetico): il look di Dakota Johnson a Venezia 78 ci rimanda a chi invoca Gabriele D'Annunzio ne La Pioggia nel Pineto. Una "creatura terrestre che ha di nome Ermione". Ascolta. Piove. Piove luce sul red carpet di Venezia 78.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli