Il video terrificante delle orche che attaccano per rubare il tonno ai pescatori

Di Redazione
·1 minuto per la lettura
Photo credit: Photo by Mike Doherty on Unsplash
Photo credit: Photo by Mike Doherty on Unsplash

From Esquire

Le orche non soltanto sono dei cacciatori perfetti (dovremmo dire caccciatrici, visto che hanno una società matriarcale) ma sono anche dei ladri impeccabili. In pochi conoscono questo dettaglio, ma è proprio così: le orche sono intelligentissime e, per risparmiare energie, seguono i pescatori e li truffano. Il come riescono a farlo, però, è davvero un capolavoro del "crimine": i pescatori del sud del Mediterraneo, come quelli turchi e greci, ogni anno seguono le migrazioni dei tonni per riuscire a catturarne alcuni. Succede anche in Italia, le tonnare infatti sono ancora presenti in molte parti del sud Italia. Ecco che però, a seguire il tragitto e il lavoro dei pescatori, a volte ci sono anche dei curiosi approfittatori, le orche. Si tratta, ovviamente, di animali enormi e molto potenti, ma perché andare a caccia quando c'è chi fa tutto il lavoro e poi, con una semplice lenza, fa risalire il tonno già immobilizzato fino al pelo dell'acqua?

Photo credit: by wildestanimal - Getty Images
Photo credit: by wildestanimal - Getty Images

I tonni nuotano a profondità molto importanti, anche duecento metri, una distanza enorme dalla barca dei pescatori, che devono usare lenze lunghissime e molto resistenti. Ma nulla può fermare le fauci di un'orca, che peraltro è così intelligente da lasciar stare l'amo e la lenza e mordere esclusivamente il tonno. Lasciando ai pescatori nient'altro che scarti.

Vedere il video qui sotto racconta molto bene la storia di questa gara tra uomini e animali, tra pescatori e ladri, e ci mostra anche la simbiosi che esiste tra l'attività umana arcaica e quella degli animali. Le scene che vedrete nel video qui sotto sono, davvero, un'ottima storia di dipendenza tra animali e uomini.