Il video virale di Angelina Jolie ricoperta dalle api è da brividi, ma non è quello che sembra

·2 minuto per la lettura
Photo credit: VCG - Getty Images
Photo credit: VCG - Getty Images

Stiamo pur sempre parlando di Lara Croft, Malefica e Mrs Smith. Angelina Jolie brave heart anche lontano dallo schermo, e oggi ne abbiamo l'ennesima conferma. L'attrice non ci ha pensato due volte a dare il proprio assenso per un servizio fotografico sui generis firmato dal National Geographic. Non un photoshoot qualsiasi, perché Angie ha lasciato che uno sciame di api si appoggiasse sul suo vestito e sul suo viso senza battere ciglio. Il tutto per una buona causa, ovvero attirare l'attenzione sulla Giornata Mondiale delle Api e la loro importanza per la sopravvivenza del pianeta. Nessun effetto creato al pc, tutto vero, tutto da brividi, vedere per credere.

In occasione del World Bee Day, celebrato in tutto il mondo il 20 maggio, Angelina Jolie ha voluto mettersi in gioco per sensibilizzare l'opinione pubblica contro il rischio estinzione delle api e porre attenzione sul nuovo progetto di Guerlain, di cui è testimonial: un'iniziativa nata in collaborazione con Unesco che prevede anche la formazione di donne apicoltrici in tutto il mondo. La Guerlain x UNESCO Women for Bees è dedicata alla promozione dell'imprenditoria ed emancipazione femminile in tandem con la conservazione della biodiversità, temi molto cari all'attrice e attivista classe 1975, che oltre ad essere inviata speciale dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, con la sua fondazione, Maddox, da 17 anni sostiene le comunità locali in Cambogia con l'obiettivo di combattere la deforestazione e disboscamento illegale che minaccia le api, altri animali selvatici e l'ecosistema nel suo complesso.

Photo credit: Dan Winters/National Geographic
Photo credit: Dan Winters/National Geographic

L'obiettivo del sodalizio Unesco e Guerlain? Costruire 2.500 alveari in 25 riserve della biosfera dell'UNESCO e una crescita di 125 milioni di api entro il 2025 e sostenere l'imprenditoria femminile. "Quando le donne acquisiscono abilità e conoscenze, il loro istinto è quello di aiutare a crescere gli altri. Sono entusiasta di incontrare le donne che prendono parte a questo programma da tutto il mondo", le parole di Angelina sul progetto, "non vedo l'ora di conoscerli e conoscere la loro cultura, il loro ambiente e il ruolo che le api svolgono in questo. Spero che la formazione rafforzi la loro indipendenza, i loro mezzi di sussistenza e le loro comunità".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Nelle foto scattate dal fotografo e apicoltore del National Geographic Dan Winters, la Jolie è una visione vestita con un abito di Gabriela Hearst e un paio di orecchini White/Space Jewelry con le api che diventano a loro volta gioielli preziosi. A ispirare Winters un celebre ritratto realizzato da Richard Avedon nel 1981 chiamato Beekeper/L'apicoltore con protagonista Ron Fisher. Usando lo stesso feromone che il fotografo e entomologo ha formulato per il ritratto di Avedon esattamente 40 anni fa, Winters ha accuratamente fotografato, in California, Angelina ricoperta dalle api, con l’obiettivo di omaggiare sia lo scatto di Avedon sia di portare l’attenzione sulle api e gli apicoltori in tutto il mondo. Missione compiuta.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.