Imparare a godersi (davvero) il tempo libero è la grande lezione da imparare e portare nel 2021

Di Claudia Santini
·5 minuto per la lettura
Photo credit: Melnychuk Nataliya su unsplash
Photo credit: Melnychuk Nataliya su unsplash

From ELLE

Che ci sia piaciuto o no, quest'anno - con tutti i suoi tragici eventi - ci ha costretti a vivere momenti in cui non avevamo alternativa allo stare con noi stessi, senza la collaudata routine a distrarci, senza scuse per correre fuori di casa, senza stimoli esterni che interrompessero il costante flusso di pensieri. Il leitmotiv per tutto il periodo della quarantena è stato uno: come occupare le infinite giornate tra quattro mura, tra una videochiamata con le BFF e l'altra. Gli esperti si sono sperticati in consigli di ogni genere, dal tentare lo sport indoor con workout ad hoc al riscoprire la lettura, dal tentare la via della pittura allo sfogare le sensazioni con la scrittura.

Tra un tentativo di fai da te e una svolta al punto croce, ci siamo abituati alla nuova normalità come meglio potevamo, chiamando a rapporto tutta la resilienza di cui siamo capaci e facendo buon viso a cattivo gioco. C'è chi ha imparato una nuova lingua, chi ha preparato chili di pane e pizza per la prima volta, chi ha arricchito il CV con nuovi corsi, chi si è messo alla prova con la meditazione and so on. Insomma, a volte ci siamo sentiti motivati a pensare in modo critico, a tentare di cambiare e/o migliorare qualcosa in noi stessi, trasformando la spirale d'ansia da pandemia in una nuova occasione che ci desse uno scopo.

Photo credit: Melnychuk Nataliya su unsplash
Photo credit: Melnychuk Nataliya su unsplash

Alias: ci siamo (ri)trovati un hobby, magari nuovo, magari dimenticato da tempo, ma comunque importantissimo per tentare di ridurre i livelli di stress, per non perdere brillantezza e prontezza mentale e per mantenere il cuore sano. Oh yes, un hobby (o più) è un salvavita, come ha svelato Psychology Today e confermato Vanessa De Jesus Guzman, fondatrice di Free to Be Mindful: "Gli hobby e le attività extracurriculari hanno un impatto positivo sulla nostra salute e si rivelano utilissimi sia per i più piccoli che per gli adulti. Impegnarsi in attività che ci piacciono aiuta a diminuire lo stress e a migliorare il tono del nostro umore in generale". Non è tutto: "Aiuta anche la nostra capacità di connetterci con gli altri, dettaglio che può avere un impatto positivo e importante sulla nostra autostima e sul valore che diamo a noi stessi". Se prima della quarantena ci dividevamo tra mille aperitivi con amiche, eventi sociali e party, all'improvviso ci siamo trovati disconnessi dalla nostra comunità di riferimento - momento in cui gli sbocchi creativi di qualsiasi tipo sono diventati un appiglio a cui aggrapparsi per sentirsi meno soli.

Ancora più importanti in cui il lavoro era possibile (quasi) solo in smart working, con il classico effetto collaterale del non riuscire più a separare la professione dalla vita privata, senza poter sfuggire alle notifiche, alle mail e ai messaggi a qualsiasi ora del giorno e della sera. Una situazione che, secondo un articolo dell'Harvard Business Review, può portare a problemi di salute molto seri: sonno discontinuo e disturbato, sensazione di nervoso e stanchezza, problemi di memoria, rischio di diabete - e una diminuita produttività. Ecco perché coltivare un passatempo non è affatto questione di pigrizia, anzi: un hobby è essenziale per la salute fisica ed emotiva - senza mezzi termini.

Photo credit: Melnychuk Nataliya su unsplash
Photo credit: Melnychuk Nataliya su unsplash

Come trovare tempo libero per le nostre passioni

La domanda sorge spontanea: ora che le cose sono più o meno ripartite, come trovare del tempo per le nostre passioni? Come coltivare il nostro tempo libero quando scarseggia? Se siamo del partito degli stacanovisti, beh, il consiglio degli psicologi è quello di trattare il tempo libero esattamente come un appuntamento importante da fissare e rispettare ad ogni costo. Programmare un hobby può sembrare una forzatura, ma invece è essenziale per non rimandare all'infinito e perdere la buona abitudine di dedicarci a qualcosa che ci rende felici. Possono anche essere solo 10 minuti al giorno, ma vanno rispettati.

Vincere le resistenze e il nostro giudice interiore

Un passo importantissimo da fare è quello di lavorare sul nostro giudice interiore, quella vocina mentale che insinua sia tutto tempo sprecato, che non stiamo facendo niente di buono, che non siamo capaci. Un guaio - soprattutto per i perfezionisti - che è possibile risolvere ammorbidendo le nostre resistenze psicologiche, sforzandoci di fare comunque quello che ci siamo prefissati e imparando a essere gentili con noi stessi. Se passiamo il tempo libero a rimproverarci non godremo nessun beneficio e - anzi! - saremo pieni di stress più che mai. Il primo passo è quello di esercitare la consapevolezza, secondo la Rosenfeld: "Cerchiamo di fare attenzione ai pensieri che ci nascono in testa mentre siamo impegnati in un passatempo, catturiamo i pensieri giudicanti ed etichettiamoli come tali. È bello essere bravi nell'hobby preferito, ma non è per questo che lo portiamo avanti. Anzi, lo coltiviamo perché aggiunge qualcosa di positivo alla nostra vita. Ricordarcelo continuamente può aiutarci a goderci quello che facciamo senza interferenze negative". Se abbiamo paura di mostrare ciò che facciamo agli amici perché non ci sentiamo all'altezza, la soluzione può essere quella di tenere le nostre passioni solo per noi. Non dobbiamo per forza condividere proprio tutto, tutto, tutto!

Photo credit: Melnychuk Nataliya su unsplash
Photo credit: Melnychuk Nataliya su unsplash

Mettiamoci alla prova con la Mindfulness

In pratica, per goderci il 100% di ciò che facciamo, dobbiamo solo praticare la Mindfulness, una soluzione ormai trend che conquista sempre più persone, e consiste nell'impegnare completamente la nostra attenzione su ciò che stiamo facendo, esercitando la famosa consapevolezza di cui parlavamo prima. Il solo sforzo di focalizzarci completamente sul nostro tempo libero ha un effetto sorprendente: recuperiamo la concentrazione, impariamo a conoscere meglio noi stessi, impariamo a regolarci nel modo giusto su più fronti, abbattiamo i livelli di stress, diciamo adieu all'ansia e recuperiamo salute mentale.

Come scegliere il passatempo top?

Potremmo aver provato un po' di tutto e non aver ancora trovato qualcosa che ci convince al 100%, quindi come trovare un passatempo giusto per ognuno di noi? La cosa più importante da fare è scoprire che obiettivi abbiamo, cosa speriamo di ottenere con quel preciso hobby, così da capire se è solo un entusiasmo del momento o ha fatto presa su di noi. Perseguire quello scopo, poi, ci aiuta a proseguire con regolarità, a notare man mano i progressi fatti e reagire con la giusta soddisfazione. E i benefici si fanno sentire.