Infelici e insoddisfatti? Ricerchiamo il colore azzurro

·1 minuto per la lettura

Se ci sentiamo infelici e insoddisfatti, circondiamoci d’azzurro.

Lo dice Catherine Kelly, esperta di terapie naturali ed autrice del libro «Blue Spaces: How & Why Water Can Make You Feel Better» (dall’inglese: “spazi azzurri: come e perché l’acqua può farci stare meglio”). L’opera parla, per l'appunto, di come l’acqua possa renderci più tranquilli, sereni e contenti.

«Possiamo starci dentro, o vicino, a anche solo pensarci: l’acqua ci porta immediatamente all’interno del nostro corpo», spiega la Kelly al Guardian. «Credo che questo sia al centro dell’effetto benefico che l’acqua ha sul nostro organismo: ci porta fuori dalla nostra testa. Non possiamo ignorare il nostro corpo quando l’acqua ci scorre addosso».

E allora, un bagno rilassante, una nuotata al mare o al lago, guardare la pioggia o anche solo il getto d’acqua del rubinetto, sono tutti buoni rimedi per calmare lo stress quotidiano.

La specialista consiglia di visitare l’oceano o la spiaggia. Quando ci sentiamo ansiosi e frustrati, per esempio, ammirare le onde o anche solo il cielo azzurro può fare miracoli per il nostro stato d'animo.

Un altro consiglio che emerge dal suo libro è ascoltare il rumore dell’acqua che scorre. Sediamo accanto ad una fontana in un parco, in un giardino o anche nel mezzo della città, per disconnettere un momento e trovare un po' di pace.

Un altro suggerimento è il cosiddetto metodo Wim Hof, cioè finire una doccia calda con un getto d’acqua fredda. Questo processo innesta una reazione antinfiammatoria nel nostro organismo che aiuta a combattere ansia e depressione, e in più migliora la circolazione sanguigna e stimola il rilascio di endorfine, che favoriscono il nostro umore.