Instagram e discriminazione: il caso di Celeste Barber

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
Celeste Barber
(Foto Instagram)

Può un social network essere discriminatorio? A guardare il caso di Celeste Barber parrebbe proprio di sì.

La comica australiana è nota, oltre che per la sua carriera nel mondo dello spettacolo, anche per le sue sfide Instagram (il suo profilo è seguito da 7.4 milioni di persone), chiamate #celestechallengeaccepted. La sfida accettata prevedeva la pubblicazione di un “fotoconfronto”, ovvero un'immagine divisa a metà: a sinistra la posa di una modella, in questo caso Candice Swanepoel, a destra la sua esatta imitazione, ma in chiave ironica.

Questa volta il social pare non aver approvato la challenge, censurando la foto della Barber, ma non quella originale. La segnalazione sarebbe arrivata dagli utenti, che si sono visti negare dal filtro di Instagram la possibilità di condividere il post della comica perché "va contro le linee della nostra comunità su nudo e attività sessuali". Ma allora, perché non fare lo stesso con l'immagine della modella?

A denunciare il tutto è stata la giornalista del Guardian Lacey-Jade Christie, che ha lanciato un quesito: !Instagram ha censurato una di queste due foto ma non l'altra. Dobbiamo domandarci il perché”. Possibile che l'algoritmo di questo social contenga i pregiudizi delle persone che l'hanno programmato?

In realtà non è la prima volta che Instagram incappa in un errore di questo tipo. Tra i casi più recenti, se ne possono citare due. Il primo è quello di Nyome Nicholas-Williams, modella plus size che ha pubblicato una foto senza maglietta, ma col seno coperto dalle braccia, ed è stata censurata. Il fatto ha avuto ancor più risonanza in quanto la protagonista è di colore, alimentando dunque accuse a vario titolo di razzismo, oltre che quelle di “grassofobia”.

(Foto Instagram)
(Foto Instagram)

Il secondo caso, invece, riguarda Leslie Barbara Butch. La dj era apparsa nuda sulla copertina della rivista Telerama e il post su Instagram era stato censurato.

A quanto pare, però, alla Barber sono giunte prontamente le scuse da parte di Instagram. Il responsabile australiano ha detto che “l'incidente non sarebbe mai dovuto accadere e che ci stiamo impegnando ad affrontare qualsiasi iniquità dalla piattaforma”. Non solo scuse, il responsabile ha anche spiegato come ci siano novità riguardo alle policy sul nudo, in modo da trattare equamente tutti i corpi, anche se “è difficile capire quanto i pregiudizi infestino ancora l'algoritmo”.

(Foto Instagram)
(Foto Instagram)

A ogni modo, Celeste Barber, sembra aver preso questa situazione con la solita ironia che la contraddistingue, senza comunque risparmiarsi qualche frecciatina. Pubblicando un nuovo fotoconfronto (questa volta con soggetto Bella Hadid) in risposta a una challenge, la comica, riferendosi a Instagram, ha scritto: “Oh ciao, sto solo controllando i vostri standard ambigui”.