Insufficienza renale cronica: sintomi e dieta da seguire

insufficienza renale cronica

Quando si parla di insufficienza renale si intende l’incapacità dei reni di svolgere adeguatamente le proprie attività. Generalmente ci sono due tipi di insufficienza renale: quella acuta e quella cronica. Quest’ultima può avere effetti irreversibili e può essere causata da diversi fattori come ad esempio l’ipertensione, il diabete, un’infezione renale, un problema alle vie urinarie oppure il rene policistico. Di solito i fattori a rischio per questa malattia sono soprattutto i soggetti che soffrono di diabete, le persone in stato di obesità, chi fuma, le persone anziane, quelle che soffrono di ipertensione, chi è malato di cuore o ha alti livelli di colesterolo. Tutti questi soggetti devono fare molta attenzione all’insufficienza renale cronica dal momento che potrebbe portare a gravi conseguenze. I sintomi di questa malattia si manifestano in modo graduale e in genere sono senso di nausea e vomito, diarrea (che portano ad avere sempre sete e a essere disidratati), un bisogno eccessivo di urinare durante le ore notturne, alito cattivo, difficoltà a urinare, prurito, crampi muscolari, gonfiore e dolore agli arti come gambe, caviglie, piedi, mani e viso. In alcuni casi inoltre si può verificare una minzione troppo frequente e un’urina di colore chiaro oppure poca minzione un’urina di colore molto scuro.

Insufficienza renale cronica

Chi soffre di insufficienza renale cronica, oltre a effettuare gli opportuni trattamenti per tenere a bada la malattia, deve anche seguire una dieta particolare. Quest’ultima è indispensabile dal momento che gli scarti delle molecole nutrizionali vengono espulsi dalle urine mediante la minzione. Una dieta bene bilanciata ed equilibrata dunque assicura il giusto funzionamento dei reni e il benessere del corpo. Essa deve essere costituita prevalentemente da acidi grassi polinsaturi e proteine mentre è consigliabile evitare il consumo di sodio, fosforo e potassio. Questi ultimi possono invece essere sostituiti da acido folico e ferro. Naturalmente la dieta deve essere anche seguita in base al tipo di insufficienza renale: in ogni caso è comunque necessario eliminare il sale dalla propria alimentazione ed evitare tutti i cibi che lo contengono. Le proteine inoltre devono essere assunte in modo equilibrato e in base alle perdite di urina.

La dieta da seguire

Chi soffre di insufficienza renale cronica potrebbe aver bisogno di integrare nella dieta degli alimenti farmaceutici ipoproteici. I cibi da evitare o comunque limitare sono i legumi, le banane, la frutta secca, i succhi di frutta e i funghi. Questi alimenti hanno un alto contenuto di potassio e devono essere quindi aboliti. Allo stesso modo anche gli insaccati, i formaggi, il latte e la carne e il pesce conservati devono essere evitati perché sono ricchi di fosforo. Altri cibi da evitare sono ad esempio i prodotti da forno, i crackers, i grissini e il pane. È bene inoltre evitare il consumo di bevande alcoliche e di tabacco e non eccedere con l’utilizzo di determinati farmaci. Bisogna ricordare che la dieta per l’insufficienza renale cronica può portare a una riduzione della patologia nel caso in cui venisse seguita il prima possibile.

Tale alimentazione potrebbe infatti anche portare a un miglioramento delle aspettative di vita se effettuata nei tempi giusti. Prima di seguire una dieta però è opportuno rivolgersi al proprio medico in modo tale da poter avere le giuste indicazioni sugli alimenti da consumare e quelli da evitare assolutamente.