Integratore alimentare multivitaminico

·2 minuto per la lettura
Integratore alimentare multivitaminico
Integratore alimentare multivitaminico

Alcuni integratori aiutano effettivamente il metabolismo stimolandolo a lavorare di più, altri hanno un effetto depurativo sul fegato oppure stimolano il senso di sazietà favorendo il successo della dieta. Spesso sono un concentrato di vitamine, minerali e sostanze naturali che agiscono in sinergia per favorire la perdita di peso.

Come vedete quindi, non tutti gli integratori agiscono direttamente sulla perdita di peso. Per esempio l’aceto di mele, conosciuto e utilizzato come potente bruciagrassi, in realtà stimola il senso di sazietà e quindi aiuta a mangiare meno e ne bastano piccole quantità

L’acido alfalipoico invece aiuta a mantenere in ottima salute il sistema cardiovascolare agendo da antinfiammatorio naturale per l’organismo e rendendo quindi più semplice perdere peso.

La fucoxantina componente del fucus, un’alga bruna, promette di stimolare il metabolismo a lavorare di più e accelerare la perdita di peso. Controindicata per chi soffre di ipertiroidismo.

Altri integratori come il glucomannano sono costituiti da fibre che si gonfiano nello stomaco aiutando ad assorbire meno grassi e carboidrati e stimolando il senso di sazietà. Purtroppo però spesso riducono anche l’effetto di alcuni farmaci che si stanno assumendo, per cui cautela nell’assunzione.

Alcuni integratori hanno effetto termogenico come i derivati dal peperoncino o il tè verde. La capsaicina, principio attivo del peperoncino, e il tè verde ormai si trovano anche incapsule proprio per favorirne l’assunzione. Agiscono aumentando la produzione di calore da parte dell’organismo che, in questo modo è costretto ad attivarsi per disperderlo. Ecco perchè il metabolismo accelera.

Infine altri integratori contengono caffeina e derivati per cui tengono l’organismo e la mente in una sorta di stato di allerta che spinge ad essere più attivi e svegli e questo si traduce in un maggior lavoro del metabolismo, come ad esempio il guaranà.

Per capire se un integratore è davvero necessario in una dieta è meglio sempre chiedere il parere del medico e fare attenzione alle possibili interazioni con altri farmaci. Per esempio sapete che il calcio può interagire con i farmaci per la cura del cuore e che l’assunzione di ginko biloba in concomitanza con l’aspirino può favorire emorragie?

Cautela dunque nell’assunzione di questi preparati e in caso di dubbio chiedere ad un esperto.