Investimenti per oltre €20 miliardi nei BEV per Renault, Nissan e Mitsubishi

·1 minuto per la lettura

(Adnkronos) - Renault insieme ai partner dell'alleanza, Nissan e Mitsubishi, dovrebbero annunciare a breve un piano da 23 miliardi di dollari di investimenti entro il 2030 per lo sviluppo di veicoli elettrici che includerà oltre 30 nuovi modelli. Secondo quanto riportato da Reuters, i tre dovrebbero investire oltre 20 miliardi di euro nei prossimi cinque anni per sviluppare nuovi BEV supportati da cinque piattaforme comuni.

L'investimento si aggiungerebbe ai 10 mld che il Gruppo ha già stanziato per l'elettrificazione. Il piano "Alliance to 2030" mira a mostrare una cooperazione intensificata tra le Case, evidenziando una "visione condivisa sull'elettrificazione e sulla mobilità connessa" sostiene una fonte. Le cinque piattaforme comuni dovrebbero coprire il 90% dei veicoli elettrici che le aziende dovrebbero sviluppare e lanciare entro il 2030. Al momento l'alleanza ha sviluppato e in parte implementato quattro piattaforme EV comuni.

La prima, chiamata CMF-EV, è alla base di auto come la compatta Renault Megane E-Tech e la prossima Nissan Ariya; un'altra supporta auto economiche che includono la Dacia Spring e modelli simili di Nissan e del suo partner cinese Dongfeng. Le altre due sono piattaforme per le "kei cars" giapponesi e per LCV. Secondo le fonti, entro la metà del decennio l'alleanza mira poi a implementare una quinta piattaforma comune per EV compatti progettata da Renault. Nissan avrebbe già deciso di utilizzare questa piattaforma, chiamata CMFB-EV, e altri componenti standardizzati per elettrificare la compatta Micra, mentre Renault dovrebbe lanciare un'elettrica simile basata sulla stessa piattaforma. La Micra EV dovrebbe essere lanciata entro la metà degli anni 2020.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli