“Io non voglio essere difesa, voglio essere compresa” il monologo di Elodie a Le Iene

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Stefania D'Alessandro - Getty Images
Photo credit: Stefania D'Alessandro - Getty Images

Questa edizione de Le Iene è diversa da tutte le altre perché al posto dell'iconica presentatrice Alessia Marcuzzi si alternano 10 pesi massimi della musica, cinema, sport, conduzione tv. Ad inaugurare la kermesse, al fianco di Nicola Savino e la Gialappa's Band, ci ha pensato Elodie e l'ha fatto alla grande con un monologo sulle donne davvero emozionante.

Non solo un volto carino, come scherza il trio Gialappa, Elodie ha dimostrato di sapersi destreggiare alle redini di un programma televisivo, come per altro ci aveva già dato modo di notare ai tempi di Sanremo. In completo scuro giacca e cravatta, la cantante lancia servizi, coglie le battute di Savino rispondendo con acutezza e si destreggia tra cambi d'abito e di ritmo. Proprio nel momento in cui dismette i panni da Iena, indossando un mini dress rosso, per Elodie arriva il momento più intimo, quello del monologo.

"Molti uomini hanno paura e vogliono dominarci, controllarci, difenderci. Come se fossimo la loro proprietà. Io non voglio essere difesa, voglio essere compresa. Non voglio essere giudicata, voglio essere ascoltata. Perché quello che sono vale, ci ho messo tanti anni per essere quella che sono oggi e sono orgogliosa di me" racconta la conduttrice. Così, parlando di se stessa e contemporaneamente a tante donne e uomini, Elodie sfiora il tema della violenza domestica, dell'autodeterminazione, di una più che mai necessaria educazione all'affettività.

Continua: "Tutte le volte che abbiamo accettato il ruolo che qualcuno ha scelto per noi siamo finite a fare da madri ai nostri compagni e passiamo la vita in qualche modo a cercare di salvare qualcun altro. A me è successo tante volte e non so neanche io perché lo faccio, forse perché sento di avere valore e un senso in questa vita. Però in realtà in quei momenti, quando decidi di dare tutto a un’altra persona è il momento in cui ti annulli, ti annienti". Quello di Elodie è un discorso che buca lo schermo e che forse, in prima serata tv, riuscirà ad arrivare alle persone giuste.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli