Io Prima Di Te è una storia d'amore e disabilità che ti commuoverà fino alle lacrime (e all'anima)

Di Roberta Cecchi
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Max Mumby/Indigo - Getty Images
Photo credit: Max Mumby/Indigo - Getty Images

From Cosmopolitan

Io Prima Di Te è uno di quei film che colpiscono al cuore riempiendoci la mente di mille pensieri e domande in merito al senso della vita e alla nostra capacità (o incapacità) di amare gli altri, a prescindere da tutto e tutti. Una storia d’amore e disabilità questa (tratta dal libro di Jojo Moyes Me Before You) che viene raccontata con sensibilità e delicatezza, ma anche con durezza e realismo, senza mai tralasciare quanto possa essere difficile e complessa la vita di una persona disabile. Nel film l’attrice Emilia Clarke (diventata celebre nel ruolo di Daenerys Targaryen ne Il Trono di Spade) interpreta Louisa, una giovane donna che viene assunta da una ricca famiglia per fare da “assistente morale” al figlio Will Traynor (ovvero Sam Claflin, già viso in Hunger Games) il quale, dopo aver subito una grave lesione al midollo spinale, è diventato tetraplegico.

Bello, ricco e di successo, prima dell’incidente (avvenuto mentre attraversava la strada) Will era un giovane manager in carriera che lavorava nella City, una volta finito sulla sedia a rotelle però il ragazzo sembra proprio non riuscire ad accettare quello che gli è successo, decidendo così di porre fine alla propria vita con il suicidio assistito in una clinica Svizzera. E’ così quindi che i genitori di Will decidono di assumere Louisa con la speranza che la sua vicinanza, l'energia positiva che emana e la sua allegria prorompente possano contagiare anche il ragazzo, facendogli tornare la voglia di vivere e di sorridere. Inutile dire naturalmente che nei corso delle settimane i due ragazzi finiscono per innamorarsi, con il personaggio interpretato da Clafin che inizia pian piano ad aprirsi agli altri, guardando con spirito positivo e propositivo il mondo che lo circonda. Proprio sul più bello però la dura realtà torna prepotentemente nella vita di Will, dando al film un finale a sorpresa che ovviamente non ti possiamo svelare.

Io Prima Di Te è un film che fa battere il cuore, emozionare, commuovere e piangere a dirotto (quindi tieni a portata di mano una scatola di kleenex). Una storia polifonica questa che racconta la vita quotidianità delle persone disabili sotto vari aspetti e differenti punti di vista, come lo sforzo che molti di loro fanno per convivere con la propria condizione, la difficoltà di accettare il fatto di dover sempre dipendere dagli altri, la paura di lasciarsi andare ai sentimenti e il terrore di diventare un peso (o un limite) per i propri cari. Io Prima Di Te non esorta affatto a gettare la spugna lasciandosi andare davanti alle avversità ma, al contrario, vuole mostrare come nonostante i problemi e le paure sia possibile tornare a vivere con spensieratezza e leggerezza, trovando di tanto in tanto sprazzi di felicità.

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli articoli di Cosmopolitan direttamente nella tua mail.

ISCRIVITI QUI