Iride bebè, quando si forma il colore?

·2 minuto per la lettura
occhi bebè colore
occhi bebè colore

A pochi minuti dal parto, tutti i neogenitori si chiedono in che modo e cosa vedano i neonati. Questa è una delle tante domande a cui non è sempre facile dare una risposta. C’è chi dice che i bambini appena nati non vedano fino ai tre mesi di vita, chi afferma che distinguano solo le ombre. Un’altra dubbio, invece, è da cosa dipenda il colore definitivo degli occhi del neonato: scopriamolo insieme.

Il colore definitivo degli occhi del neonato

Appena si prende in braccio un neonato di poche ore, lo si guarda subito negli occhi. I neogenitori spesso chiedono al pediatra di che colore sono gli occhi del bambino e se è possibile che il colore cambi.

Innanzitutto, è opportuno chiarire che quando parliamo del colore degli occhi, stiamo parlando dell’aspetto dell’iride, l’anello muscolare attorno alla pupilla che controlla la quantità di luce che entra nell’occhio.

Il colore dell’iride, proprio come il colore dei capelli e della pelle, dipende da una proteina chiamata melanina. Abbiamo cellule specializzate nel nostro corpo chiamate melanociti il cui compito è quello di produrre melanina dove è necessario, anche nell’iride. Quando il bambino nasce, dopo aver trascorso i suoi primi nove mesi al buio, gli occhi sono grigi o blu, in quanto i melanociti rispondono alla luce.

Così come il colore della pelle e dei capelli può essere più o meno scuro, anche il colore degli occhi può essere molto variabile: verde, azzurro, grigio, nocciola, marrone (più o meno intenso).

Il colore è determinato dalla quantità di melanina presente nelle cellule pigmentate dell’iride. In pratica, quanta più melanina è presente, tanto più l’occhio è scuro.

Il colore degli occhi e la genetica

Fino a qualche tempo fa si pensava che il colore degli occhi fosse dovuto a un singolo gene. Studi recenti di genomica hanno dimostrato invece che sono numerosi i geniti coinvolti.

La genetica che è alla base del colore degli occhi è abbastanza complicata per cui non è facile fare previsioni sul colore degli occhi di un bambino. Per esempio, da una coppia con entrambi i genitori dagli occhi azzurri potrebbe anche nascere un bambino con gli occhi marroni.

In generale:

  • due genitori con occhi azzurri hanno una buona probabilità (ma non la certezza) di avere un figlio con occhi azzurri;

  • due genitori con occhi marroni hanno elevata probabilità di avere un figlio con occhi marroni; se però uno dei nonni ha gli occhi azzurri, la probabilità di avere un figlio con occhi azzurri cresce un po’;

  • se un genitore ha gli occhi marroni e l’altro azzurri, le probabilità di avere un figlio con occhi scuri o azzurri sono quasi simili.