Irritazione alla pelle del viso: le cause e i rimedi naturali

irritazione alla pelle del viso

La pelle irritata è un problema molto comune e diffuso ed è la manifestazione di un cambiamento nell’equilibrio del pH fisiologico della cute che, di conseguenza, ha determinato la comparsa dell’irritazione.

Irritazione alla pelle del viso

L’irritazione cutanea ha come sintomi più comuni:

Arrossamento: è uno dei sintomi più frequenti e viene causato dalla dilatazione dei vasi sanguigni della pelle che si arrossa come conseguenza di un processo infiammatorio locale;
Bruciore: spesso questo è un sintomo associato all’arrossamento ed è causato dalla stimolazione delle terminazioni nervose dell’epidermide. Tuttavia, nei casi di ipersensibilità, è possibile che il bruciore si presenti anche in assenza di arrossamento;
Desquamazione: causato dalla perdita del primo strato cellulare della pelle e che generalmente si associa alla secchezza cuteanea;
Macchie, bolle o vescicole: questi sintomi possono essere di tipo eritematoso, cioè senza bolle, oppure di tipo ponfo eritematoso, quindi si formano bolle o vescicole. Generalmente questi sintomi vengono associati ad allergie oppure ad infezioni virali;
Brufoli: causati da un processo infiammatorio di origine batterica del bulbo pilifero;
Prurito: generalmente dipende dalla stimolazione dei circuiti nervosi;
Secchezza: causata dalla disidratazione della cute e viene spesso associata alla desquamazione;
Gonfiore: non ha una causa precisa, ma spesso viene associato al prurito.

Le cause

L’irritazione dell’epidermide da cause patologiche si manifesta quando il sistema immunitario reagisce ad uno stimolo che proviene dall’esterno oppure dall’interno come nel caso delle patologie autoimmuni.
Le patologie che provocano un’irritazione cutanea sono:

Psoriasi: le cause della psoriasi non sono ancora chiare, anche se si pensa che sia di origine autoimmune. I sintomi della psoriasi sono irritazione, desquamazione, arrossamento e prurito;
Dermatite: con il termine dermatite si indicano la dermatite da contatto, la dermatite seborroica e la dermatite atopica che causano arrossamento, irritazione, vescicole e prurito nelle zone colpite;
Allergie: che sono tra le patologie più comuni che causano irritazioni, arrossamenti, macchie e prurito a seguito dell’aumento dell’istamina dopo il contatto con l’allergene;
Malattie veneree: localizzate nell’area dei genitali. In seguito a una malattia venerea la pelle risulta arrossata e pruriginosa;
Malattie esantematiche: tra queste troviamo il morbillo e la varicella. Queste malattie provocano delle eruzioni cutanee che si manifestano con pelle arrossata, coperta di macchie e vescicole e pruriginosa.

Le cause non patologiche delle irritazioni cutanee sono:

Esposizione al sole;
Eccessiva sudorazione,
Depilazione;
Punture d’insetto;
Allergie a cosmetici o detersivi;
Cloro;
Freddo.

I rimedi naturali

Talvolta per curare le irritazioni cutanee è possibile avvalersi dell’aiuto di alcuni rimedi naturali.

Gel di aloe vera: l’aloe vera ha proprietà antinfiammatorie, rigeneranti e potenzia l’azione del sistema immunitario. Nonostante le sue moteplici proprietà benefiche, è sconsigliata in caso di gravidanza.

Olio di rosa mosqueta: l’olio di rosa contiene diversi principi attivi come acidi grassi, acido linoleico e vitamina C, i quali ripristinano l’equilibrio dell’epidermide e ne migliorano l’idratazione. Anche l’olio di rosa è sconsigliato alle donne in gravidanza.

Oleolito di calendula: la calendula contiene molti principi attivi atti a contrastare i problemi cutanei. Ha proprietà sfiammanti, lenitive, emollienti e cicatrizzanti. Nel caso in cui l’irritazione è causata da scottature, è necessario raffreddare la pelle prima di passare all’applicazione dell oleolito.

Olio di iperico: particolarmente indicato per la cura di scottature, dermatiti, psoriasi, desquamazioni, punture d’insetto. Ha proprietà antibatteriche, antimicotiche e cicatrizzanti.

Fiori e foglie di malva: i fiori e le foglie di malva hanno proprietà sfiammanti, lenitive, cicatrizzanti ed emollienti. La malva è particolarmente efficace quando bisogna lenire tempestivamente l’irritazione in quanto forma un film che riveste l’epidermide.