Isabella Ferrari e Monica Bellucci sono o non sono le migliori amiche più belle del mondo?

Di Elisabetta Moro
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images

Sembrano i selfie che ci facciamo noi quando usciamo per un caffè e parecchie chiacchiere. Loro, però, sono Isabella Ferrari e Monica Bellucci. L'hashtag, in ogni caso, è lo stesso: #Amicizia, perché in certi casi poco conta la fama, quando si incontra un'anima sorella è giusto coltivare a vita quel legame prezioso e celebrarlo a dovere. E così fanno le due attrici - entrambe classe 1964 - che si conoscono da trent'anni e che, a giudicare dall'ultima foto postata su Instagram da Ferrari, sono davvero le due migliori amiche più belle d'Italia. "Senza le mie amiche io non so dove sarei" ha scritto l'attrice sotto al selfie di lei e Bellucci e la lezione di solidarietà femminile di cui avevamo bisogno è servita su un piatto d'argento.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Già, perché non è affatto scontato vedere due donne famose che lavorano nello stesso ambito e che sono allo stesso tempo così amiche. Ci hanno insegnato a invidiare, a competere, a temere la bravura e la bellezza delle altre donne. E invece eccole qui: due icone del cinema italiano, due dive, due femme fatale e due muse che non hanno alcuna intenzione di farsi ingabbiare dallo stereotipo delle donne "peggiori nemiche delle donne", anzi. "Io amo molto in questo periodo della mia vita stare con le donne, chiacchierare con le donne" aveva infatti raccontato Ferrari a Cinecittà Luce Magazine. L'attrice non ha mai fatto mistero di avere tante amiche, molte delle quali sue colleghe nel mondo dello spettacolo che compaiono di tanto in tanto sul suo feed Instagram. "Ho molte amiche che fanno le attrici e sono anche famose", ha spiegato infatti al Corriere della Sera, "Valeria Golino, Monica Bellucci, Iaia Forte. Valeria è come una sorella per me, sono venti anni che ci conosciamo. Di Monica mi piace il fatto che è molto lucida nella sua carriera. Iaia è molto intelligente”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Ferrari, come Bellucci, superati i cinquant'anni si sta godendo una nuova serenità data da una maggiore consapevolezza di sé. La carriera, i figli, il successo: tutto è più stabile e meno frenetico. E allora ben venga qualche ruga e "l’amica attrice che mi dice di non usare gli occhiali, anche se poi non riesco a vedere il telefonino" scherza Ferrari in un'intervista parlando di come Monica Bellucci la "sgridi sempre" per questo. A fronte di questo periodo di maggiore maturità con la carriera che non si arresta e prende nuove pieghe (Ferrari di recente l'abbiamo vista in Baby, È per il tuo bene di Rolando Ravello e Sotto il sole di Riccione su Netflix) sembra che l'amicizia femminile sia un carburante essenziale e ben venga trovare altre donne nel proprio ambiente lavorativo con cui confrontarsi per poi passare a un rapporto più profondo che va ben oltre il semplice essere colleghe. "Mi sembra normale che uno si trovi bene nel stare con persone del proprio ambiente, nel riconoscersi" spiega Ferrari sempre a Cinecittà Luce Magazine, "E poi forse siamo tutte donne fantastiche e andiamo oltre all'immagine che abbiamo e al lavoro che facciamo" e noi su questo non abbiamo alcun dubbio.