Jake Gyllenhaal: «Avevo una cotta per Jennifer Aniston»

·1 minuto per la lettura

Girare le scene d’amore con Jennifer Aniston è stata una «tortura» per Jake Gyllenhaal.

I due si sono ritrovati sul set di «The Good Girl», nel 2002, ma all’epoca l’attore di «Donnie Darko» aveva una cotta adolescenziale per l’ex star di «Friends».

«Se è stata una tortura? - ha dichiarato al The Howard Stern Show -. Oh sì! È stata una tortura! Non proprio una tortura… è stato anche bello, diciamo un mix di entrambe le cose».

Ovviamente le scene romantiche si sono svolte in un contesto strettamente professionale.

«Girare le scene d’amore è sempre imbarazzante, perché ci sono 30, 50 persone che ti stanno osservando. Non c’è il rischio che mi ecciti».

«È qualcosa di goffamente meccanico. Le paragonerei a una danza… è come se stessi facendo una coreografia per la videocamera», ha spiegato.

Tuttavia per evitare ogni forma di imbarazzo, Jennifer ha posto un cuscino tra lei e Jake quando entrambi si trovano in posizione «orizzontale».

«La tecnica del cuscino è stata usata! Soltanto in via precauzionale, in quel film era piuttosto frequente…», ha raccontato l’attore. «Lei è stata molto carina a suggerirla prima di iniziare. Ricordo disse: “Sto mettendo un cuscino qui!”».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli