Javier Bardem: «Woody Allen? Contro di lui solo pettegolezzi»

·1 minuto per la lettura

Javier Bardem si schiera al fianco di Woody Allen.

Il regista è ormai da anni ai margini di Hollywood dopo le accuse della figlia adottiva Dylan Farrow, che ha riferito di essere stata molestata dal cineasta quando era poco più che una bambina.

Dopo l’affermazione del movimento #MeToo, molte attrici hanno preso le distanze da Allen, ripromettendosi che non avrebbero mai più lavorato alle sue dipendenze.

Non è dello stesso avviso Bardem, che bolla come «pettegolezzi» le accuse rivolte al regista, che non è mai stato processato o condannato per i fatti raccontati dalla Farrow.

«Puntare il dito contro qualcuno è molto pericoloso se non è stato legalmente dimostrato - ha dichiarato il divo spagnolo al The Guardian -. Oltre a ciò, sono solo pettegolezzi».

Woody ha diretto Javier in «Vicky Cristina Barcelona». Nel film recitava anche Rebecca Hall, che invece ha deciso di credere a Dylan Farrow.

«A dire la verità, non seguo nulla di tutto ciò, le cose dette dalle persone - ha aggiunto Bardem -. Cerco di seguire la logica, seguiamo le regole che esistono per stabilire se qualcuno è colpevole o innocente. Se il caso viene riaperto e viene dimostrato che è colpevole, sarò il primo a dire: “Che cosa orribile”. Ma finora non è accaduto».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli