Jay-Z: in tribunale per difendere la sua linea di colonie Gold Jay-Z

·2 minuto per la lettura

Jay-Z ha fatto una rara apparizione in tribunale.

Ma solo per difendersi dalle affermazioni che suggeriscono non sia riuscito a promuovere adeguatamente la sua linea di colonia, Gold Jay-Z.

L'icona del rap ha testimoniato alla Corte Suprema di Manhattan come parte dell'ultima battaglia nella sua guerra con i capi di Parlux Fragrances, che insistono sul fatto che il cantante abbia firmato per fare apparizioni personali per il lancio di Gold Jay-Z - e poi non si è presentato.

Messo sulla graticola dagli avvocati, Jay-Z ha dichiarato: «Ho fatto molto per il lancio di Gold Jay-Z. Ho avuto un anno per portare a termine questi obblighi, giusto?».

L'avvocato di Parlux ha quindi ricordato al rapper: «In realtà, devi rispondere alle mie domande».

Il legale ha anche attaccato Jay-Z per il suo iniziale rifiuto di essere deposto, ricordando: «Non sei venuto a dare la tua testimonianza. Siamo andati tutti nel tuo ufficio e hai deciso che non volevi essere ripreso e ti sei rifiutato di testimoniare».

Alla fine, il capo del rap e il team legale dell'imprenditore si sono opposti a questa linea di domande.

L'avvocato di Parlux ha quindi riprodotto le clip della deposizione di Jay-Z, in cui ha ammesso di non essere a conoscenza degli obblighi personali inclusi nel contratto che ha firmato.

«È giusto dire che quando hai firmato questo contratto non sapevi nulla del mercato delle fragranze delle celebrità?». Ha chiesto l'avvocato di Parlux, spingendo la star del rap a rispondere: «Voglio dire, sono una celebrità».

I capi di Parlux hanno intentato una causa per violazione del contratto contro Jay-Z nel 2016, affermando di aver perso milioni nella collaborazione, a causa del rifiuto della star del rap di promuovere Gold in TV e durante un'apparizione in negozio al grande magazzino Macy's.

«Nel settore delle fragranze, è praticamente impossibile sostenere il successo di un marchio di fragranze di celebrità (a meno che non sia sostenuto da) supporto promozionale della celebrità sotto forma di apparizioni pubbliche», ha detto l'avvocato alla corte venerdì.

Jay-Z ha controbattuto la società di fragranze, accusando - tra le altre cose - i capi Parlux di non avergli fornito rapporti contabili e risorse promozionali. Il cantante sostiene che la società gli deve ancora 2 milioni 335mila euro in royalties.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli