Jean Paul Gaultier organizzerà una televendita di Couture a favore della lotta contro l'AIDS

Di Redazione
·1 minuto per la lettura
Photo credit: Victor VIRGILE - Getty Images
Photo credit: Victor VIRGILE - Getty Images

From Harper's BAZAAR

In questi tempi di pandemia, molti designer hanno sentito il bisogno di darsi da fare, utilizzando la moda come veicolo per cause sociali importanti. Tra questi il gran maestro Jean Paul Gaultier; lo stilista francese ha deciso di mettersi in gioco a favore della lotta contro l'AIDS. Per farlo, ha ripescato un format molto interessante, quello della televendita. Il suo scopo? Reimmaginare il concetto dello shopping televisivo, come ha raccontato a Dazed, attraverso la Haute Couture.

Ma come? Con il sostegno di molti designer - tra quelli già confermati vi sono Michèle Lamy, Jacquemus e Alexandre Mattiussi -, che prenderanno parte come host della vendita insieme a Jean Paul Gaultier, lo stilista intende ricreare uno spot televisivo che questa volta abbia come pubblico gli appassionati della grande moda. I proventi della vendita saranno poi devoluti a favore dell'associazione AIDS Sidaction, di cui Gaultier è ambasciatore.

Supportata dalla casa d'aste Drouot Estimations con la partnership della Fédération de la Haute Couture et de la Mode e della casa d'aste Christie's, la vendita sarà trasmessa dal 28 al 31 gennaio sul sito web Drouot, e proporrà, emulando lo stile degli spot televisivi anni Ottanta, creazioni straordinarie e uniche.

Tra i capi e gli accessori, le esperienze che collegheranno gli acquirenti al mondo della moda, saranno presenti marchi eccezionali come Balenciaga, Cartier, Celine, Chanel, Christian Louboutin, Dior, Dries Van Noten, Hermès, Loewe, Louis Vuitton, Rick Owens, Sacai e Saint Laurent.

La serie di clip, girata dal regista francese e amante della moda Loïc Prigent sarà visibile in anteprima sull'account Instagram @fashionforsidaction. Non resta che attendere, studiando con cura i capi che saranno presenti alla vendita. Abiti e accessori straordinari, appartenenti a una collezione unica, destinati a una causa nobile.