Jennifer Lawrence: il figlio si chiama Cy

Jennifer Lawrence ha rivelato nome e genere del suo primo figlio.

L'attrice premio Oscar ha dato il benvenuto a un bambino lo scorso febbraio con il direttore della galleria d'arte Cooke Maroney, suo marito da tre anni. All’epoca nulla trapelò sul neonato, ma in un'intervista di copertina per il magazine statunitense Vogue pubblicata martedì, Jennifer ha rivelato il nome del bebè: si chiama Cy. Il nome si ispira al pittore Cy Twombly, uno degli artisti preferiti di Cooke.

La 32enne ha raccontato che le acque si sono rotte mentre saliva le scale della loro casa di Los Angeles, e che il suo piano di farsi leggere da Cooke citazioni ispiratrici durante il travaglio è stato abbandonato in ospedale.

«Ovviamente, una volta che arrivi lì e hai le contrazioni, non è proprio l'atmosfera giusta», ha ironizzato Jennifer.

«Lui mi ha detto: "Vuoi che ti dica queste cose? Non sembra che tu voglia che lo faccia". Invece, ha continuato a ripetersi: "Non fare l’idiota”».

La star di «Hunger Games» è entrata subito in sintonia con Cy e il suo «cuore si è espanso a una capacità che non conoscevo».

«La mattina dopo il parto, mi sono sentita come se tutta la mia vita fosse ricominciata», ha raccontato. «Come se fosse il primo giorno della mia vita. Mi sono semplicemente fissata. Ero così innamorata. Mi sono anche innamorata di tutti i bambini, ovunque. I neonati sono così sorprendenti. Sono questi piccoli sopravvissuti rosa, gonfi e fragili. Ora amo tutti i bambini. Ora sento un bambino piangere in un ristorante e penso: “Awwww, prezioso”».

In un'altra parte della conversazione, Jennifer si è interrogata su cosa il bambino dirà su di lei una volta raggiunta l’adolescenza.

«Non mi lascia mai. Mi bacia sulla bocca. Mi ha chiesto di non andare al college», ha scherzato.

«Un giorno guiderà. Sarà uno stupido adolescente e si metterà al volante di un'auto. E io gli dirò: "Buonanotte!". Capisci? Come dire, chi dorme?».

Tuttavia, l'attrice di «Silver Linings Playbook» ha confessato che il suo percorso verso la maternità non è stato facile e che ha subito un aborto spontaneo durante le riprese di «Don’t Look Up», un paio di anni fa. In precedenza aveva già subito un aborto spontaneo a vent'anni.