​Jessica Chastain parla del trucco cinematografico che le ha rovinato per sempre la pelle

·2 minuto per la lettura

La pelle dovrebbe essere lasciata libera di respirare, altrimenti il rischio colorito opaco, acne e impurità è dietro l'angolo. Lo abbiamo imparato a nostre spese utilizzando da mesi le mascherine anti contagio. Ma il problema può essere rappresentato anche da un make up occlusivo e pesante, come quello richiesto agli attori professionisti. A sollevare la questione è Jessica Chastain, artista hollywoodiana dal fascino etereo e la splendida chioma ramata da Jessica Rabbit. Intervistata dal tabloid People, l'attrice ha raccontato di aver visto la sua pelle cambiare in peggio dopo essersi sottoposta a sedute infinite di trucco per entrare nel ruolo di Tammy Faye, evangelista americana protagonista del biopic The Eyes of Tammy Faye. "Per colpa del make up pesantissimo ho subito dei danni permanenti alla mia pelle", ha fatto sapere. Un caro scotto da pagare per amore della recitazione.

Se la vostra pelle è stata danneggiata da trucco occlusivo e pesante

Certamente non tutte siamo attrici di Hollywood, alle prese con 8-9-10 ore di sessioni trucco quotidiane. Tuttavia, se per esigenze di lavoro vi si richiede un trucco impeccabile e a lunga durata, magari 5 giorni su 7, è facile che anche la vostra pelle presenti una serie di problematiche da non sottovalutare. Come ricorda il medico estetico e chirurgo plastico Valentina Finotti di Clinica Sotherga Milano, "se coperta e soffocata da polveri e fluidi occlusivi, la pelle tende a reagire sporcandosi con impurità ed eccesso di sebo, da cui l'esigenza di trattamenti di pulizia viso profondi e medicali, accompagnati da un surplus di idratazione. Il protocollo salva-pelle è Hydrafacial, programma di detersione, estrazione impurià e peeling, che in 30 minuti unisce l'efficacia di tre azioni, per purificare e rigenerare la pelle, senza invasività e stress. Lato beauty routine, appena vi è possibile, dimenticatevi di fondotinta, cipra & co e sposatevi sul look au naturel, affidandovi a una skincare rigorosamente oil free, usando prodotti in texture crema light o gel, per evitare di ostruire ulteriormente i pori. Vincono gli attivi cosmetici idratanti e calmanti, quali acido ialuronico di qualità, estratti di alghe marine e aloe vera. Qualora invece il troppo makeup (magari abbinato alla mascherina) abbia spento il vostro colorito, aiutatevi usando giornalmente sieri ad azione illuminante e antiossidante, ricchi di vitamina C, polifenoli ed estratto di sofora".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli