Johnny Depp ricorre contro Amber Heard: ricomincia la battaglia giudiziaria

Ennesimo capitolo dell’infinita battaglia legale tra Johnny Depp e Amber Heard.

L’attore ha infatti presentato ricorso contro la decisione del giudice di concedere all’ex moglie un risarcimento da 2 milioni di dollari.

A giugno, il divo di Hollywood, come è noto, ha vinto la causa per diffamazione ai danni della star di «Aquaman», condannata a versare oltre 10 milioni di dollari nelle casse dell’ex marito, per via di un articolo apparso sul Washington Post nel 2018.

Tuttavia il giudice aveva concesso a Heard - che aveva presentato una contro-denuncia -, un risarcimento da 2 milioni di dollari per essere stata offesa dal legale dell’ex marito prima del durissimo dibattito.

I documenti legali, ottenuti da Fox News, rivelano che il 59enne è determinato a ricorrere in Appello per non pagare la somma all’acerrima ex.

«Questa corte dovrebbe cambiare il proprio giudizio sulla contro-causa della Sig.ra. Heard relativa alla deposizione di Waldman del 27 aprile, affermando invece un giudizio a favore del Sig. Depp», si legge nella denuncia.

«L’enfatico verdetto favorevole della giuria su tutte e tre le dichiarazioni diffamatorie asserite nella sua denuncia ha pienamente rivendicato il signor Depp e ripristinato la sua reputazione», si legge nei documenti. «Tuttavia, il tribunale di primo grado si è confrontato con una serie di nuove e complesse questioni legali, e sebbene il tribunale abbia risolto la stragrande maggioranza di tali questioni in modo sensato e corretto, alcune sentenze appaiono errate».

Amber aveva chiesto (e ottenuto) il risarcimento per essere stata diffamata dall’avvocato di Johnny, Adam Waldman, delle cui azioni l’attore hollywoodiano sostiene di non essere il responsabile.