Joseph Fiennes: «Depresso a causa della pandemia»

·1 minuto per la lettura

Per Joseph Fiennes non è stato facile tornare sul set di «The Handmaid's Tale».

L’attore di «Shakespeare in Love», intervistato da Variety, ha raccontato di aver sofferto di una leggera depressione a causa della pandemia, vissuta in totale isolamento dai suoi cari.

Fiennes, che interpreta il Comandante Fred Waterford nella nota serie tv, è volato a Toronto (Canada) lo scorso settembre per le riprese della quarta stagione; e per tanti mesi il 40enne non ha visto i suoi familiari.

«Era la prima volta nella mia vita in cui mi sentivo leggermente depresso ed estremamente emotivo per il fatto di non poter raggiungere fisicamente la mia famiglia. Sapevo che non li avrei visti per due mesi e mezzo o tre», ha spiegato.

Fiennes, che vive con sua moglie, la modella Maria Dolores Dieguez, e le loro due figlie, in Spagna, ha aggiunto: «Mi sentivo come se le stessi deludendo; c'era un senso di colpa per non essere lì».

Nonostante la solitudine, Joseph è grato ai produttori per aver garantito la sicurezza sul set. «Penso che abbiamo fatto oltre 27.000 tamponi (Covid-19) da ottobre», ha condiviso.

I primi tre episodi della quarta stagione di «The Handmaid's Tale» sono usciti sul servizio di streaming Hulu il 27 aprile, pochi giorni prima del previsto.

La serie, basata sull'omonimo libro di Margaret Atwood, vede nel cast anche Elisabeth Moss, Yvonne Strahovski e Bradley Whitford.