Julie Andrews: "Provarono a drogarmi per vedere come sarebbe stata Mary Poppins dopo una sniffata"

HuffPost
Julie Andrews

“Mi cantavano ‘basta un poco di zucchero…’ offrendomi cocaina”, parola di Mary Poppins, o meglio di Julie Andrews. L’attrice 84enne, volto storico della tata del classico Walt Disney, ha ricordato un party hollywoodiano a cui, nel 1971, venne invitata assieme al marito regista Blake Edwards: “I padroni di casa volevano vedere come sarebbe stata Mary Poppins da fatta”.

Come riporta il Daily Mail, l’episodio è raccontato in Home Work: A Memoir of My Hollywood Years, la biografia in cui l’attrice ripercorre la carriera e gli episodi salienti della sua vita. “Io e mio marito eravamo stati invitati da un agente di Hollywood molto importante. Appena entrati nella villa, ci siamo trovati di fronte a una classica scena di quei tempi: ovunque c’erano vassoi d’argento pieni di ‘roba’. Durante la cena, la coca veniva fatta girare quasi fosse un dessert”.

“Quando la cocaina è stata offerta a me e Blake, entrambi abbiamo rifiutato, ma i padroni di casa erano su di giri e hanno iniziato ad insistere affinché accettassi. Erano curiosi di vedere come avrebbe reagito Mary Poppins a una sniffata. Mi cantavano: ‘Basta un poco di zucchero…’, come nella canzone del mio film”, ha ricordato l’interprete premio Oscar e Leone d’Oro alla carriera.

L’attrice ha ricordato che i presenti la attorniavano, pronti “a ficcarle la testa nel vassoio”. Alla fine, Julie Andrews e il marito furono costretti ad andarsene, “passando letteralmente sopra corpi di star dello spettacolo svenute, rantolanti. Altri, totalmente distrutti, si appoggiavano con fatica al muro per rimanere in piedi”.

“Tornata a casa quella sera, sono rimasta alla finestra della cucina e ho guardato fuori, cercando di dare un senso a quella esperienza surreale. Un senso che ancora non ho trovato”, ha concluso l’attrice. 

Leggi anche...

Continua a leggere su HuffPost