Justin Bieber torna a parlare dopo la paralisi facciale: come sta


Justin Bieber si sta rivolgendo alla sua fede religiosa per cercare conforto dopo che gli è stata diagnosticata la sindrome di Ramsay Hunt. La star 28enne ha aggiornato i suoi fan sulle sue condizioni di salute dopo che il suo viso è stato colpito da una paralisi a causa della malattia. Ha spiegato che “ogni giorno le cose migliorano”.
In un video su Instagram ha detto: “Ogni giorno le cose vanno meglio e attraverso tutto il dolore ho trovato conforto in colui che mi ha creato e mi conosce… Lui conosce tutto di me. Conosce le parti più scure di me che io non voglio far conoscere a nessuno e mi accoglie costantemente nelle sue braccia amorevoli. Quest’idea mi ha dato pace durante questa orribile tempesta che sto affrontando”.
Lo scorso venerdì Justin aveva rivelato la sua condizione dopo essere stato costretto a cancellare le prossime date del suo ‘Justice World Tour’. Aveva fatto sapere: “Ho questa sindrome chiamata la sindrome di Ramsay Hunt, arriva da un virus che ha attaccato i nervi nel mi orecchio e nel mio viso e mi ha paralizzato la faccia. Non riesco a credere di stare dicendo questo. Ma ho fatto di tutto per stare meglio, le cose però sono peggiorate. Mi dispiace tantissimo di dover rimandare le prossime date. Ordine dei dottori. Vi voglio bene, dovrò riposare e riprendermi”.
Nella clip aveva infine indicato la parte sinistra del suo viso mostrando di non riuscire a chiudere l’occhio né sorridere.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli