Justin Bieber vittima di una spoilerata: licenziato il dipendente del club esclusivo

·1 minuto per la lettura

L’ultima soffiata su Justin Bieber è costata il posto a un dipendente del San Vicente Bungalows di West Hollywood.

I paparazzi erano stati avvisati della presenza di Justin e di sua moglie Hailey nella location da un membro del club.

Tuttavia, gli assistenti della popstar hanno tempestivamente avvertito il capo del complesso, Jeff Klein.

Il manager e i suoi colleghi non hanno quindi esitato a rescindere il contratto del ragazzo.

«La foto qui sotto è stata distribuita online all'inizio di questa settimana», si leggeva nella nota sotto uno scatto dei Biebers che lasciavano il club.

«In meno di 24 ore, il nostro team ha scoperto chi era responsabile che ha avvisato i paparazzi. Il Socio che ha portato i media nel nostro Club è stato allontanato».

Nota a cui la direzione aggiunge: «Abbiamo voluto dedicare un momento per ricordarvi le seguenti politiche del Club, che prendiamo molto sul serio: nessuna fotografia e ripresa video è consentita nei locali del Club o nelle aree circostanti. Non è consentita la pubblicazione sui social media o la discussione sul club, sui suoi membri e sui loro ospiti o sulle attività del club».

Nel 2019, un membro del club è stato licenziato per aver spifferato delle notizie relative ad un incontro tra Steven Spielberg e il capo di Netflix Ted Sarandos all’hotspot.

«Non solo ti riteniamo responsabile di queste regole, ma ti riteniamo responsabile per i tuoi ospiti che devono rispettare le regole. Se l'ospite di un Socio non aderisce alle nostre politiche del Club, l'iscrizione di quel Socio è soggetta a sospensione o risoluzione al momento della revisione».