Justin Timberlake si scusa con Jessica Biel per il tradimento presunto

HuffPost

“Quella notte ho bevuto troppo, mi pento del mio comportamento”. Justin Timberlake rompe il silenzio e porge pubbliche scuse a sua moglie Jessica Biel, dopo il presunto tradimento. In un lungo post Instagram, infatti, il cantante e attore ha voluto raccontare la sua versione: tra lui e la collega di set Alisha Wainwright, con cui era stato paparazzato mano nella mano, non è successo niente. L’artista 38enne ha voluto chiedere scusa alla consorte e alla famiglia, promettendo di voler diventare “il miglior padre e marito” possibile.

“Voglio essere chiaro: non è successo niente tra me e la mia costar. Ho bevuto troppo quella notte e mi pento del mio comportamento. Avrei dovuto immaginarlo... Questo non è l’esempio che voglio dare a mio figlio”.

I pettegolezzi sul tradimento erano iniziati a circolare il 23 novembre scorso, quando Justin Timberlake e la Wainwright, protagonisti del film Palmer diretto da Fisher Stevens, erano stati ritratti in atteggiamenti apparentemente affettuosi in un bar di New Orleans. Le foto mostrano lei che accarezza il ginocchio di lui e le loro mani che si incontrano. Tanto è bastato perché i tabloid mettessero in dubbio la solidità dell’unione con l’attrice Jessica Biel, l’attrice con la quale Timberlake è spostato dal 2012 e dalla quale ha avuto un figlio (Silas, 4 anni).

Chiedendo scusa alla moglie e al figlio per la situazione creatasi, Timberlake ha scritto: “Sto lontano dal gossip il più possibile, ma per la mia famiglia, sento che è importante affrontare pettegolezzi recenti che stanno facendo del male alle persone che amo... Mi scuso con la mia incredibile moglie e con la mia famiglia per averle messe in una situazione così imbarazzante, e mi impegno a essere il miglior marito e padre che posso essere”.

Continua a leggere su HuffPost