Kashmiri chai: il tè rosa per un tea time alternativo

Kashmiri chai: il tè rosa per un tea time alternativo

Per tutti gli appassionati di tè, consigliamo una variante molto originale, il Kashmiri Chai, un tè dall’originale colore rosa che, come mostra il nome, arriva dalla regione del Kashmir. É una bevanda tradizionale fatta con foglie di tè, latte, sale, pistacchi, mandorle e cardamomo che assume un bellissimo colore rosa.

Kashmiri Chai: il tè rosa che arriva dall’Oriente

Se volete provare qualcosa di insolito, che si discosti dai classici tè nero, verde o earl grey, il Kashmiri Chai sarà la bevanda perfetta per una deliziosa merenda o per un tea time alternativo e “pink”. Immancabile nei principali mercati di strada e tra le bancarelle di street food, questo tè è una delle più famose bevande asiatiche. È noto per due caratteristiche principali, che si allontanano dai giusti cui noi siamo abituati pensando al tè: il caratteristico colore rosa e la sapidità.

È diverso dal Chai indiano in quanto al posto del tè nero si usano foglie di tè verde. In realtà il Kashimiri Chai è un tè verde ma l’aggiunta di altri ingredienti con cui si prepara gli fa assumere, alla fine, il suo caratteristico colore rosa pastello e un inconfondibile gusto salato. Questo delizioso tè viene preparato per occasioni speciali come i matrimoni, ma lo potrete trovare anche nei chioschi di strada.

kashmiri chai te rosa.

Il tè si tinge di rosa

Ma da dove viene il colore rosa? Non è dovuto a infusi di rose o di frutta, bensì a un pizzico di…bicarbonato. Proprio così, nessuna magia, ma soltanto chimica.

Il sapore salato si ottiene con semplice aggiunta di sale, che funge da elettrolita per prevenire la disidratazione ad alta quota, ed è per questo che viene tradizionalmente aggiunto al tè di chi frequenta l’Himalaya. Il bicarbonato di sodio è un catalizzatore che trasforma il colore del tè verde in rosa. È in particolare quest’ultimo a scatenare quella reazione chimica che permette di trasformarne il colore. Infine, l’aggiunta di latte fa sì che il rosa divenga ancora più omogeneo e di una tonalità pastello.

E il connubio di questi ingredienti che rende questo tè così diverso e particolare, ma gli ingredienti non finiscono qui. Ecco come preparare il Kashmiri Chai, per un tè pomeridiano alternativo.

Come preparare il Kashmiri Chai

Se avete voglia di scoprire gusti nuovi, ecco gli ingredienti che vi serviranno per preparare il tè rosa, Kashmiri chai:

  • 1 litro d’acqua
  • 4 cucchiaini di foglie di Kashmiri Chai (1 cucchiaino per tazza da 250 ml) o in alternativa foglie di tè verde se non trovate le “originali”
  • ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 500 ml di acqua fredda e cubetti di ghiaccio
  • 1 litro di latte
  • ½ cucchiaino di sale
  • 3 – 4 semi di cardamomo
  • Zucchero q.b.
  • Mandorle e/o pistacchi, schiacciati per decorare

Come si intuisce dal numero degli ingredienti, non sarà sufficiente immergere una bustina in una tazza di acqua bollente. Il Kashmiri Chai richiede pazienza per la sua preparazione, e una certa cura dei dettagli.

Bollite le foglie di tè per circa 15 minuti. Quando l’acqua si riduce alla metà della quantità iniziale abbassate la fiamma e aggiungete l’ingrediente principale: il bicarbonato di sodio. Rispettate il giusto dosaggio per questo ingrediente e non eccedete, o vi ritroverete un tè dal retrogusto amaro.

Continuate a far bollire il tè fino ad ottenere un colore rosso scuro. A questo punto potrete spegnere la fiamma e filtrare il tè. Riempite una brocca con acqua fredda e qualche cubetto di ghiaccio e versate lentamente l’acqua ghiacciata nel tè, mescolando con un mestolo per circa 10 minuti. Questo passaggio farà risaltare il colore rosa della bevanda.

Per dare cremosità e un colore pastello al tè aggiungete del latte. Poi i semi di cardamomo tritati, un pizzico di sale e zucchero a piacere. Riscaldate di nuovo il Kashmiri Chai, portandolo ad ebolizione, e servite il tutto il in una tazza. Il tè poi può essere arricchito con l’aggiunta di anice stellato, noci tritate, pistacchio o mandorle.

Per via delle note sapide, tradizionalmente questo tè non viene servito con i classici biscotti: nel caso del Kashmiri Chai, infatti, il giusto abbinamento sarà il pane. Si può optare per quello croccante (detto “kulcha”) a quello simile al bagel (detto “tsochwor”).

Se avete un pò di tempo e pazienza, il Kashmiri Chai potrà essere la bevanda perfetta per accompagnare le vostre merende o per un tea time alternativo e total pink.

kashmiri chai te rosa