Kendall Jenner dipendente dai social media

Kendall Jenner è schiava dei social media.

Colpa dei suoi 164 milioni di follower che deve aggiornare su base quotidiana. A rivelare la sua dipendenza dal telefonino è la stessa super modella nell’intervista con l'esperto di salute mentale Dr. Jorge Partida per la serie "Open-Minded: Unpacking Anxiety” di Vogue.

«Personalmente, ciò che ha influenzato di più la mia ansia è la quantità di negatività che vedo. Ce n’è letteralmente troppa. Trovo che più guardo lo schermo, più mi sento distaccata dal mio corpo o da ciò che sta accadendo proprio di fronte a me», ha affermato Kendall.

«Il mio rapporto con i social media è decisamente avvincente, in questo momento. Cosa che non mi piace e che non sono orgogliosa di ammettere. Ma sento anche che molti possono relazionarsi con questo aspetto. Per me adesso i social media sono la priorità. Non c'è davvero modo di sfuggire».

Il picco ansiogeno Kendall lo raggiunge quando gli utenti pubblicano commenti negativi sui suoi amici e familiari o quando vede una sua foto non autorizzata spuntare online.

«La cosa che mi fa ribollire il sangue, che mi frustra davvero e che mi turba di più, è quando qualcuno sostiene una falsa narrativa per me. Internet basa le cose su brevi momenti decontestualizzati. Non conoscono il prima o il dopo. Ti giudicano solo in base a questa piccola cosa», ha continuato la 25enne.

«Ho momenti in cui mi sento come se mi stessi spezzando, come se non ce la facessi più perché a volte mi sembra di non poter mai fare nulla di giusto. Sento che la maggior parte della mia ansia sui social media è dovuta la fatto che ne vengo sopraffatta».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli