Khloe Kardashian accusata di frode: raggiunto un accordo top secret

·1 minuto per la lettura

Khloe Kardashian ha raggiunto un accordo con lo stilista che l’aveva accusata di frode.

La star del reality tv “Al passo con i Kardashian” e i suoi partner della società di abbigliamento Good American sono stati citati in giudizio da Destiney Bleu e dalla società di Los Angeles dbleudazzled per 10 milioni di dollari (8,2 milioni di euro).

Secondo i querelanti, la socialite avrebbe rubato impropriamente i design impressi sui loro capi di abbigliamento, al fine di ricreare una propria collezione di vestiti utilizzando quei disegni.

Secondo i documenti ottenuti da RadarOnline, i funzionari della società con sede a Los Angeles hanno ora informato il tribunale che non proseguiranno più la loro azione legale, grazie all’accordo riservato raggiunto con la celebre star, chiedendo inoltre di chiudere il caso.

La causa originale sosteneva che Khloe aveva «acquistato e preso in prestito numerosi capi di abbigliamento del querelante, con il falso pretesto che gli articoli di abbigliamento fossero per l'uso personale dei Kardashian».

Tuttavia secondo i querelanti, Khloe stava effettivamente progettando di creare la propria linea di abbigliamento con disegni simili.