L’addio di Ambra e Allegri, il tapiro (a lei e non a lui) e lo sfogo della figlia Jolanda

·3 minuto per la lettura
Photo credit: Stefania D'Alessandro - Getty Images
Photo credit: Stefania D'Alessandro - Getty Images

E ancora una volta i boomers ne escono con le ossa rotte e la coda tra le gambe. Ancora una volta una giovane donna si dimostra matura, centrata e in grado di dare lezioni di vita (e denunciare il bla bla bla, cit). Succede che Jolanda Renga, 17 anni e tanto sale in zucca metta in riga i media che non si fermano davanti a nulla e con le solite "spacconate maschili" mettono in ridicolo la donna attraverso una narrazione machista. Succede che Ambra Angiolini e Allegri si lasciano, pare, per un tradimento di lui ma è lei a ricevere il tapiro di Striscia la Notizia, e che la figlia prende le difese della mamma, le sue e di tutte le donne.

Partiamo dalla fine. "Gentile e coraggiosa la mia Jolanda" ha scritto Ambra nelle sue storie IG, commentando le parole della figlia che hanno fatto il giro del web nella giornata di ieri. 17 anni e una vita a Brescia lontano da riflettori, filtri e compagnia bella, Miss Renga ha sempre mantenuto un low profile nonostante il pedigree di tutto rispetto e un cognome che parla da sé (il papà è Francesco Renga ndr), ma questa volta ha deciso di metterci la faccia e di parlare e lo ha fatto con una cognizione di causa e una sensibilità commovente. Ha difeso la mamma (e tutte le donne), ha messo i puntini sulle i, ha denunciato i media e i retaggi maschilisti che iniziano davvero a stancare.

"Oggi la mamma ha ricevuto un Tapiro in seguito alla pubblicazione di vari articoli sulla fine della sua relazione, ma il motivo non mi è chiaro", le parole di Jolanda, “so bene che, in quanto personaggio pubblico, secondo alcuni è giusto che la sua vita, anche quella privata, venga sbandierata ai quattro venti ma è davvero necessario infierire? Perché venire da lei a Milano? Perché non andare a Torino?". Il riferimento è chiaramente al ct della Juventus, che la giovane però non nomina mai dimostrando grande maturità, e ponendo una domanda legittima che tutti noi dovremmo porci. Ci piace pensare che il tg satirico abbia virato su Ambra per stima, sicuri che sarebbe stata al gioco e non per un discorso di genere e di discriminazione, però...

"Perché si è fidata della persona con cui stava e con cui ha condiviso quattro anni della sua vita? E anche se questa persona, alla fine, si è rivelata diversa, la colpa è di chi si fida o di chi tradisce la fiducia, e tradisce in ogni senso possibile?". La riflessione è d'obbligo. Va bene la presa in giro, va bene sottolineare uno sfondone, una brutta figura, una ciambella uscita senza buco, ma vale lo stesso per una questione privata che forse ancora brucia? Nel servizio, lei continua a rispondere “Non lo so” alle provocazioni di Valerio Staffelli trovando il tempo per una battuta "Diciamo che almeno il Tapiro in casa a Milano entra…": nulla di così divertente nonostante le risate preregistrate.

"Le tue parole mi hanno commosso. Dopotutto non posso stupirmi della tua sensibilità conoscendo i tuoi bellissimi genitori. Che ti hanno aiutata a fiorire di questa intelligenza emotiva", ha scritto Tiziano Ferro a Jolanda e non avrebbe potuto dirlo meglio (per noi tutti).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli