La bellezza del cibo sotto la sua superficie in mostra nelle opere di Maria Walter Nielsen

Di Marco Arrigoni
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Ph Enea Pierancini
Photo credit: Ph Enea Pierancini

From Harper's BAZAAR

Sezionare il cibo è trasformarlo. Un salame, se sezionato e può diventare un quadrifoglio rosa con punzonature bianche. La mortadella si trasforma in una cellula rosata, con organismi bianchi (il grasso) e altri verdi (i pistacchi). Oppure una fetta di coppa o di pancetta o una costata diventano vere e proprie texture, spazi dell’immaginazione.

Sezionare, poi, significa anche arrivare al cuore delle cose, mostrare ciò che stava ben celato sotto la superficie. Il rametto del broccolo come un piccolo albero, il carciofo come un fiore in dono, il nucleo del frutto della passione, del fico o del melograno. È un gesto semplice, quotidiano banale: ma fermarsi a guardare quello che la natura crea e tiene ben nascosto, anno dopo anno, secolo dopo secolo, è sempre magico, perché entra in contatto con un una storia che ci accomuna tutti e con un grado di perfezione che lascia senza parole.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy

Prendete la melagrana: come rubini quei semi se ne stanno tutti attaccati al suo interno, circondati da una polpa fragilissima, quasi fosse un’essenza inimitabile. Il suo albero produce dei frutti come architetture robustissime per proteggere ciò che di più prezioso può esistere: la potenza di una nuova vita, il seme.

Insomma, questo e molto altro è l’universo creato dalla fashion graphic designer Maria Walter Nielsen ed esposto alla Meme Gallery di Viale Francesco Crispi 3 a Milano. Il titolo della mostra è A Slice of Happiness, e si sviluppa come una riflessione intorno alla dimensione felice, conviviale, comunitaria legata al cibo e al suo consumo. Ed è anche un invito ad avere cura del cibo stesso, a scoprirne le caratteristiche formali, le fattezze interne, senza consumarlo in fretta, ma dedicando a ciò che mangiamo e che farà parte del nostro corpo (influenzando anche la mente) una grande e costante attenzione.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy

Maria Walter Nielsen (Copenhagen, 1976) dopo gli studi in Danimarca e Germania, si trasferisce in Italia dove ha lavorato con importanti case di moda. Il suo metodo creativo affianca all’uso dei software un approccio artigiano legato ai materiali e a diverse tecniche espressive come il disegno, la pittura e il cucito.

Meme Gallery è una galleria di oggetti di design, fondata da Maria Angela Di Pierro, situata nel distretto del design di Brera. Si trova in un ex Convento Cistercense poi portineria di un palazzo di fine Ottocento con una splendida corte fiorita, è un silos di h 7,50 su tre piani. Lo spazio accoglie mostre di design, graphic design, illustrazione, fotografia e art & craft. Con un’attenta ricerca sul packaging, diverso per ogni esposizione, la galleria è anche un luogo per la scelta lenta e accurata di regali unici, con la possibilità dell’acquisto privato, esclusivo e dedicato su appuntamento in totale privacy.

Dopo l’entrata in vigore del nuovo dpcm, le opere in questione sono visionabili sui canali social della galleria e dell’artista e acquistabili sulla piattaforma Etsy della galleria.