La caduta dei capelli dopo il parto: quando e perché avviene?

caduta dei capelli dopo il parto
caduta dei capelli dopo il parto

Ci sono cose a cui la maggior parte delle donne sa di doversi preparare quando si ha un bambino: la caduta dei capelli dopo il parto è una di queste. Quando si ha un bambino, è probabile che si attraversi un periodo di perdita di capelli. Ecco tutto ciò che dovreste sapere in merito.

Che cos’è la caduta dei capelli dopo il parto?

L’eccessiva caduta dei capelli dopo il parto, nota anche come telogen effluvium, non è una vera e propria perdita di capelli. Sì, c’è una differenza tra perdita e caduta dei capelli! La perdita di capelli si verifica quando qualcosa impedisce ai capelli di crescere. Secondo l’American Academy of Dermatology Association, è normale perdere 50-100 capelli al giorno. L’eccessiva perdita di capelli è frequente nelle persone che hanno subito uno stress significativo, tra cui una notevole perdita di peso, un’operazione, una malattia febbrile acuta, un evento stressante come la perdita di una persona cara o del lavoro e il calo dei livelli di estrogeni dopo il parto.

I capelli smettono di cadere durante la gravidanza. Forse avete notato capelli pieni e voluminosi durante l’attesa, ma la caduta riprende subito dopo il parto.

La caduta dei capelli dopo il parto è normale

So che questo potrebbe sembrare un motivo di preoccupazione, ma leggete attentamente: si tratta di un fenomeno normale, comune, atteso e temporaneo. La caduta dei capelli inizia in genere 2-3 mesi dopo il parto e il picco della perdita di capelli si ha tra i 4 e i 6 mesi, seguito lentamente dalla ricrescita. Probabilmente i capelli ricresceranno ovunque e sembreranno corti e sfocati. Le donne dovrebbero vedere i capelli tornare alla loro normale pienezza entro il primo compleanno del bambino, ma è probabile che ciò avvenga prima, intorno ai 6-9 mesi dopo il parto.

la caduta dei capelli dopo il parto
la caduta dei capelli dopo il parto

Quando rivolgersi a un professionista

La perdita di capelli è molto comune dopo il parto, ma se non migliora dopo alcuni mesi, è importante rivolgersi a un dermatologo per una valutazione. Controllate la tiroide, i livelli di ferro e diversi altri esami per assicurarvi che non sfugga qualcos’altro.